Grey’s Anatomy: Recensione 14×19

Grey’s Anatomy: Recensione 14×19

Secondo voi, ci interessa qualcosa della storyline della dottoressa Bello? Assolutamente no. Eppure, se proprio vogliamo dirlo, ci siamo dovuti sorbire un no sense di trenta minuti sulla sua deportazione. Okay Grey’s, mi spieghi perché continui a concentrarti su certi personaggi inutili? No spiegamelo, perché ormai la stagione sta andando per i fatti suoi. Abbiamo perso uno dei migliori specializzandi, dobbiamo sorbirci continue scene tra Maggie e Jackson e, per finire, dobbiamo anche ripescare una storyline vecchia e ritrita come quella dell’ospedale in pericolo. BASTA. Davvero, non se ne può più!

Che ne è stato di quelle storyline brillanti, dettate da umorismo e semplicità? Ormai, abbiamo solamente piccolezze, con almeno i Joelx che salvano qualche scena ogni tanto. Owen ha finalmente capito che è arrivato il momento di adottare un figlio, perché nessuna donna lo accontenterà mai. Certo, forse un cane era meno impegnativo, ma almeno è rimasto coerente con quello che ha sempre voluto. Alla fin fine è il motivo principale per cui si è lasciato con Cristina. Dall’altra parte, abbiamo un Arizona che, come prevedevamo, fa progetti per trasferirsi altrove. Infatti, mi sembra al momento la scelta più ovvia per far uscire il suo personaggio di scena. Mentre April?

Beh, in questa puntata non è stata molto presente, a differenza però del suo ex marito. Un Jackson come ho detto più volte irriconoscibile, che ormai sembra di dover compiere il suo destino con Maggie. Certo, questo eventuale problema all’orizzonte potrebbe smuovere qualcosa! La mia speranza infatti è rivedere Maggie con DeLuca, mentre Jackson da solo, considerato April andrà via. Ma i miei desideri non si avvereranno ovviamente mai. Questa puntata a mio avviso non ha cambiato assolutamente nulla rispetto alle scorse, mi sembra infatti di vedere continuamente delle puntate transitorie.

Altro di cui parlare? Beh, nulla. Richard ha perso la sua millesima amica, come se non ha mai perso già abbastanza nella sua vita. Miranda ha salvato la millesima vita e nessun paziente interessante si è presentato all’ospedale. Non pensavo di dirlo, ma quasi non vedo l’ora di vedere il season finale di questa stagione, perché almeno si risolleveranno alcune storyline. Invece no, ogni venerdì ho sempre meno voglia di vedere uno di quelli che era tra i miei telefilm preferiti. La faccenda si fa sempre piuù seria. E anche molto triste, non credete?

Voto 6

Recensione disponibile anche su Telefilm & Libri

Lascia un commento