Oceania

Oceania: Le 7 cose che sarebbero dovute andare diversamente

I 7 dettagli della storia di Oceania che sarebbero potuti andare diversamente!

Durante la preparazione e la stesura di una storia e delle caratteristiche dei suoi personaggi, ci sono sempre moltissimi cambiamenti. Anche per Oceania è stato così, infatti ci sono delle cose che sarebbero dovute o potute andare in modo decisamente diverso: ecco i sette dettagli più eclatanti.

Oceania

Abbiamo tutti amato Oceania, ogni sua canzone e ogni suo dettaglio. Di certo ci riesce difficile immaginare i nostri amati personaggi in situazioni o con aspetti diversi, eppure mentre la storyboard era in lavorazione le cose erano decisamente differenti. Perciò mettetevi comodi, e scoprite insieme a noi quali sono tutti i dettagli del film che erano stati pensati all’inizio per questo lungometraggio!

LE 7 COSE CHE AVREBBERO POTUTO ESSERE DIVERSE IN OCEANIA:

1. La piccola Moana/Vaiana non avrebbe dovuto incontrare l’Oceano

Oceania

Una delle scene più toccanti di Oceania, è quella dell’incontro fa Moana e l’Oceano. Una scena incredibile dove questo prende vita e si anima, ma ha rischiato quasi di non essere presente nel film. Shurer si è espresso dicendo che: “All’inizio avevamo bisogno che la loro prima interazione fosse all’età di 16 anni della protagonista. Ma fortunatamente la storia ha preso una piega diversa e siamo stati in grado di inserirla”.

E noi ne siamo molto felici!

2. Moana avrebbe dovuto avere 7 fratelli

Oceania

In una versione molto precoce e remota, in Oceania Moana doveva avere sette fratelli, e suo padre era quello che avrebbe voluto che tornassero ad essere un popolo di viaggiatori. Il che sarebbe stato perfetto, se non fosse stato che sempre lui non voleva portare la figlia con se, nonostante fosse la migliore marinaia, semplicemente perché era una ragazza.

Si sono poi resi conto che volevano in questa storia ci voleva una vera e propria eroina, e non volevano che avesse problemi di ‘genere’, si doveva concentrare solo sull’obiettivo.

Anche di questo, ne siamo più che felici.

3. Hei Hei era un gallo… molto diverso!

Oceania

Il nostro amatissimo HeiHei stava addirittura per essere tagliato da Oceania! All’inizio si trattava di un vero e proprio gallo arrabbiato ed irascibile. Shurer si è espresso dicendo “Non ci piaceva molto come era, e per un momento abbiamo pensato di eliminarlo dal film”. Poi hanno adottato l’idea di pensarci due giorni con l’obiettivo “Salva il pollo se puoi”, decidendo di renderlo il personaggi più stupido della storia di Oceania.

Hanno celebrato la riuscita e la scelta con un party di pollo fritto. (WHAT?!)

4. Maui all’inizio della stesura di Oceania era calvo!

Oceania

Difficile immaginare il nostro Eroe Semidio di Oceania senza la sua lunga e folta chioma! Eppure grazie agli Artbook possiamo osservare come per un certo periodo, Maui è stato calvo, in attesa di essere meglio caratterizzato. Beh diciamo che senza i suoi fantastici capelli, non sarebbe stato lo stesso! Fortunatamente, la popolazione che è stata consultata sulle tradizioni e le origini del Semidio per realizzare Oceania, si è espressa contro questa caratteristica. I capelli sono parte del suo potere!

5. Perchè Pua non si è unito al viaggio di Moana?

Oceania

In questo Artbook di Oceania possiamo vedere non solo Maui calvo, ma anche che al fianco di Moana c’è il piccolo Pua! Come mai poi non si è unito al viaggio? Anche su questo Shurer ci ha offerto una spiegazione:

“Pua doveva originariamente partire insieme a Moana, ma si è rivelato un problema ripensando al classico viaggio dell’eroe; questo infatti lascia tutti i comfort alle sue spalle. Così abbiamo preso la difficile decisione di lasciare il povero Pua a casa, così che lasciasse tutta la famiglia alle spalle. Non è stata una decisione molto popolare, c’è quasi stata una petizione negli studi di Oceania, perchè Moana portasse con se il maialino”.

Io avrei appoggiato la petizione, e voi?

6. La canzone di Tamatoa doveva essere un tributo a David Bowie

Oceania

Originariamente, durante Oceania Maui e Moana si avventuravano nel regno dei mostri con un travestimento, così che potessero evitare il mostro che Maui aveva battuto in passato. Ma siccome la lunghezza della storia lo richiedeva, quella scena fu tagliata. Al posto di questa, è stata messa una sequenza con Tamatoa, in tutto il suo glorioso splendore.

Ancora una volta Shurer, il produttore di Oceania, ha detto: “Lin-Manuel Miranda ci ha mandato la canzone ‘Shiny’ una settimana dopo la morte di David Bowie, ed è stato un piccolo omaggio da parte di tutti noi. Sapevamo di avere la sequenza che volevamo con quella singola canzone.”

7. Come è stata ideata Nonna Tala

Oceania

La Nonna di Moana in Oceania non era stata realizzata per un bel po’. Il suo personaggio è stato ispirato dalle esperienze che il team ha avuto nelle isole del Pacifico, dove hanno incontrato una donna di nome Hinano Murphy, che risiede a Mo’orea.

“Si tratta di una incredibile donna ispiratrice, che ha creato una associazione nonprofit che porta avanti la cultura originaria di Tahiti. Ha una saggezza molto particolare, senso dell’umorismo e molta buona volontà per fare tutto quello che può per aiutare le nuove generazioni a imparare chi sono. E’ stata la nostra più grande ispirazione per aggiungere Nonna Tala nella storia di Oceania.”

Provate ad immaginare come sarebbe incontrarla dal vivo!

Oceania

Allora, che ne pensate di queste ‘piccole’ differenze in Oceania? Preferite la versione originale, o vi sarebbe piaciuto vedere qualcuna di queste particolarità? Per rimanere sempre aggiornati e scoprire altre curiosità, continuate a seguirci anche su facebook! Guardate la versione dedicata agli Incredibili della Monorotaia di Disneyland! Avete visto le nuove collezioni FunkoPop in arrivo? C’è anche quella di Oceania!

 

Lascia un commento

Visit Us On FacebookVisit Us On InstagramVisit Us On TwitterVisit Us On Youtube