Once Upon A Time: Recensione 6×15 ”A Wondrous Place”

Bentrovati a questa nuova recensione di Once Upon A Time!

Piaciuta questa escursione tra i mondi che ci hanno proposto questa settimana? Io l’ho trovata un po’ faticosa… sì non sono una persona molto atletica u.u

Con questa puntata si è accentuata in me l’impressione che stiamo giungendo ad un epilogo di Once Upon A Time…io spero di sbagliarmi sebbene da quanto sento e vedo dagli articoli in giro sul web riguardo ai rinnovi e abbandoni del cast io non so più cosa pensare, anzi non so in cosa sperare.

Non scendo nel dettaglio perché se preferite vivere la serie puntata dopo puntata chi sono io per impedirvi ciò? Risultati immagini per gif you are no one

Ad ogni modo, se questa sarà o meno l’ultima stagione lo scopriremo prossimamente immagino, e se lo scopriremo vedremo cosa comporterà quella nuova avventura. Ma ora siamo qui, quindi bando alle ciance e vediamo cosa ci ha riservato questa puntata del nostro amato Once Upon A Time!

Puntata questa incentrata sui  nostri Jasmine e Aladdin, che non abbiamo trovato dove pensavamo essere arrivati, bensì nella nostra amata Foresta Incantata. La mia sensazione finale riguardo a quello che abbiamo visto? Questa: Risultati immagini per gif run

Un corri corri degno di un aspirante maratoneta. Ora non so se è stata solo una mia impressione, ma le cose sono andate di una rapidità tale che ad un certo punto ho dovuto fermarmi e capire in che direzione stessimo andando! E’ stata una corsa questa puntata, ho l’affanno.

Senso del dovere, solidarietà tra donne, vecchi muri che sembrano rialzarsi…insomma, un bel po’ di cose.

Come sicuramente avrò già detto in precedenza, tutto mondo è paese e se questo mondo è fatto di diverse dimensioni tanto meglio, sono tutti interconnessi tra loro che è una meraviglia, quanto una forzatura a volte.

In questo episodio abbiamo trovato un’altra nostra vecchia conoscenza, la sirenetta che tutti amiamo: Ariel. Ariel conosce Jasmine la principessa di Agrabah. Ma devo fare un piccolo appunto, in principio io vedevo le puntate doppiate, si erano tempi bui quelli, e quindi quando ho sentito la voce originale di Ariel l’ho trovata molto carina!!! Così adeguata al personaggio che ne sono rimasta sorpresa…meglio così perché nell’attesa di vedere questo episodio mi sono andata a vedere le puntate precedenti che hanno già doppiato e bé, io dico solo : ascoltate come hanno italianizzato il nome di Gideon…un colpo al cuore davvero. Stimo moltissimo il lavoro che c’è dietro, sul serio, come detto prima, io agli inizi vedevo solo le serie tv già doppiate, quindi è grazie a loro se mi sono appassionata in modo quasi morboso…ma alla fine l’originale è tutta un’altra storia, c’è poco da fare.

E dopo questa digressione torniamo a noi.

Il segreto, se così vogliamo chiamarlo, di Jasmine che si portava dietro fin dall’inizio e che la allontanava da Aladdin è stato finalmente svelato. La disfatta di Agrabah è stata dipesa proprio dalla bella principessa. Un bel colpo di scena avrei detto subito ma poi ho pensato, ma perchè non lo ha detto subito?
La scelta che ha fatto è stata dettata dal senso di responsabilità nei confronti della sua gente quindi ha acconsentito di sposare Jafar per il bene del popolo…che poi Jafar abbia fatto la sua uscita in grande stile nel dirle che in realtà a lui non interessava sposarla è stata una rivelazione.Risultati immagini per gif i'm impressive

 

Per quanto amiamo Once Upon A Time abbiamo anche imparato a passare sopra alle inesattezza e falle narrative, per non parlare delle cose quasi del tutto assurde che sovente accadono. A volte è più difficile di altre e come in questo casa c’è stata davvero troppa carne al fuoco, e sono andati spediti come treni come se dopo questa puntata non ci fosse più spazio per concludere il ciclo narrativo di Aladdin e Jasmine. E va bene, capisco che ci sono tante cose da dire e fare in queste puntate ma così è stato davvero troppo veloce.

  

Vi espongo i fatti, e cerchiamo di dare un senso a tutto.

In principio eravamo partiti così

Jafar risparmiava la vita di Aladdin, il Salvatore, dalla sua disfatta. Poi di Jafar si perdono un po’ le tracce, di Aladdin sappiamo che è stato a Storybrooke fin dal primo sortilegio visto che dopo aver tagliato, con le famose forbici, il suo destino di Savior, ormai l’unica alternativa che pensava di avere era quella di vivere nell’ombra.

Le domande che mi pongo sono le seguenti:

  • Come ci è finito Jafar in quella specie di bottiglia lampada? Io non ho mai visto lo spin off, quindi forse lo dicono lì il motivo per cui ci è finito…però mi è giunta voce che non c’entrasse nulla con la storia di Aladdin, che il ladruncolo non c’entrasse niente con il suo imprigionamento.  E anche se fosse stato trattato nello spin off ma un piccolo flashback lo potevano fare, li fanno per ogni cosa perché non farlo anche su questa parte.

 

  • Altro quesito che mi pongo è:  gli scontri di cui parla Jafar all’inizio, quelli con Aladdin, si riferiscono a ciò che è accaduto nell’episodio Street Rats? Cioè come minimo io mi aspettavo più battaglie tra i due. Tutto questo astio come ce lo spieghiamo altrimenti.

 

  • Ad un certo punto mi si stava arrovellando il cervello. Quando finalmente Jasmine accetta di sposare Jafar per proteggere la sua gente lui se ne esce dicendogli che era una specie di prova.
    Perché se lei fosse rimasta fedele a se stessa non decidendo di sposarlo, lui non avrebbe potuto in alcun modo distruggere Agrabah perché essa era protetta dalla magia collegata all’anello di fidanzamento…Risultati immagini per gif my brain hurt

Che poi la logica di Jasmine era particolarmente fantastica. Ad inizio puntata troviamo il sultano che vuole concedere la mano della famiglia per sconfiggere Jafar con un esercito. Perché per una Principessa il dovere viene prima di tutto. A fine puntata scopriamo che per salvare Agrabah Jasmine ha chiesto a Jafar di sposarla…dalla padella alla brace, poi non ci lamentiamo per favore.

Il bello arriva alla fine, siamo sull’isola dell’impiccato nella baracca/museo di Ariel, e con Jafar che è appena uscito dalla lampada e si è liberato in quattro e quattro’otto, ha subito steso i nostri eroi lasciando Jasmine in piedi per poi rivelarle dove si trova la sua città e….nell’anello, si trova nell’anello Risultati immagini per gif embarrassment(vero o no che in questa stagione ci sono troppi  anelli in giro?!). Altra cosa, prima a Jafar non interessava nulla di Agrabah e ora rivuole l’anello con essa…vuole ricominciare da lì? A boh, rimarrà un mistero per sempre perchè dopo la finta di Jasmine, e fidatevi se vi dico che mi sono vergognata per lei quando ha lanciato l’ampolla con la polvere rossa per terra e quella non si è rotta, in realtà la sabbia magica la teneva nella mano e così lanciandogliela contro il risultato è stato un Jafar formato bastone…e no cara Ariel, questo non te lo puoi portare a casa.

E così si è conclusa la storia di Jasmine e Aladdin…il vero amore è l’unico vero potere per la salvezza di ogni cosa. E pure loro ora hanno il loro lieto fine.

La sirenetta ha un’idea geniale, propone a Killian di comunicare con Storybrooke attraverso una conchiglia telefonica che fortuna vuole, lui abbia a casa nel suo baule che Emma sta per portare al capanno. E finalmente Killian riesce a comunicare con la sua Emma, che nel mentre si è distratta in altro modo, tra poco vedremo come. E la scena è emozione allo stato puro

        

         

Emozione gente, emozione. Non so come tornerà da lei, ma ce la farà. Farà di tutto per tornare dalla donna che ama.  E lei ama lui, nonostante abbia cercato di mettere via le sue cose, nonostante il suo non voler dar a vedere quanto davvero soffrisse per questo allontanamento di Killian. Ma ora sa che lui non l’avrebbe mai lasciata e il mio cuore che ogni tanto è romantico pure lui si scioglie di fronte a cotanto sentimento.

Ma poi torna con i piedi per terra. E per questo necessitiamo di fare un salto indietro.

Emma è distrutta ma è composta nel suo dolore, non fa scenate nè compie atti folli. Però pensa bene di dire a David chi abbia ucciso suo padre…e qui mi è parso di capire che ne fosse più sofferente lei
che David stesso. Anche se immagino che lui in quel momento pensasse solo alle pene d’amore della figlia, che si ritrova dal matrimonio all’essere lasciata in una frazione di un secondo.

Per tirarla su di morale Regina le organizza un’uscita tra donne e dopo una bugia a fin di bene si ritrovano lei Regina e Mary Margaret al locale di Esopo, dove ci si può ubriacare senza troppi problemi. Ed ecco la parte migliore della puntata      

Cioè potrei vedere questa parte all’infinito. Davvero impareggiabile, non sapevo di aver bisogno di questa scena finchè non ce l’hanno data. Mary Margaret è fantastica, ma brilla è il top.

E quanto mi è piaciuta Regina che voleva in ogni modo che Emma si sfogasse in qualche modo per quello che sta passando, non riuscendoci perché lei dopotutto è Emma Swan, e dire che ha la testa dura è un eufemismo. Ma per fortuna che c’è la mamma e ci pensa lei a distrarla un po’ sfoderando le sue ottime doti da tiratrice provetta. E dal punteggio che si può leggere dal tabellone, direi che Snow non la batte nessuno.

Ma basta una chiacchierata con un altro sfigatello in amore, che non è altri che Esopo, che vanta diverse favole conosciute più o meno da tutti, a far sì che le barriere di Emma cedano e lei si ritrovi con il suo dolore e le sue lacrime. Di andare avanti senza Killian non se ne parla donna, ora sei a pezzi e lo capisco. Ma il dolore è quello che è, ma non puoi credere che lui ti abbia davvero abbandonata. Lui non scappa! Mammamia che scena ragazzi. Bella davvero.  Coomunque,  grazie a quella santa conchiglia Emma sente le parole di Killian e tutto pare che possa prendere la giusta piega. Ma non è così, non è mai così. 

Ora io lo sospettavo che ci fosse qualcosa che non andava. Quando Esopo passa ad Emma quel fazzoletto e subito dopo che lei si è asciugata le lacrime hanno inquadrato il fazzoletto, il mio cervellino si è messo subito in funzione per capire dove fosse il magheggio. E chissà perché ma ci sono pure rimasta sorpresa.

 Esopo non era Esopo, ma il nostro amato Gedeone (vi giuro che sono traumatizzata da questa versione italiana, è sciocco lo so, ma perde un sacco così a parer mio). Ora io non riesco a credere che questo pazzoide si sia dato tanto da fare, mettendo su anche un locale, per attirare Emma e rubarle le lacrime, dire che è da internare è minimizzare la cosa. Quindi ora che lui ha le lacrime di Emma, il ricongiungimento con Killian è fuori discussione. E affrontiamo così un cambiamento di rotta notevole, ora Gideon non vuole più prendere i poteri della nostra Savior ma assumerla come sicario personale, così che sia lei stessa a sconfiggere la tanto amata nonna, la Fata Nera.

Morale della favola? Non lasciare le tue lacrime in giro, mai. Riservale al tuo cuscino ma mai al primo barista che ti capita…c’è gente strana in giro.

No bello di mamma, non inquieti nemmeno un po’…

Punti. Puntini.Puntoni.

  • Caro David, una puntata dedicata a te ce l’hai avuta ora torna a nanna fino a che tua moglie non si sarà divertita abbastanza.

  • Sul sottomarino Nautilius non ho intenzione di dire molto, scusate il gioco di parole ma questa storia faceva acqua da tutte le parti. Sono solo curiosa di scoprire come faranno Nemo e Liam 2.0 a recuperare un sottomarino di diverse tonnellate. E l’amore fraterno tra Killian e Liam era palpabile, non so nemmeno se si siano mai davvero intrattenuti in una vera conversazione.
  • Regina era proprio carina in questo episodio, lo è sempre ma stavolta un po’ di più                             
  • Che Ariel fosse un po’ stramba l’ho sempre pensato ma che fosse cleptomane no! Sbaglio o si è presa pure l’anello di Jasmine?! Teniamola lontana da quello di Emma per favore che qui il matrimonio lo vediamo col cappero altrimenti!
  • Il nuovo insulto targato Once Upon A Time ragazzi, insulti di una certa classe
  • Strano ma vero Henry mi è piaciuto u.u il suo essere adolescente inconcludente è servito a qualcosa, è stato una giornata sul divano con le cuffie ed Emma non gli ha detto nulla, lo faccio io per dieci minuti di fila e a casa partono i peggio insulti…ma va bè Emma non era nel pieno delle forze. Bravo Henry, ogni tanto mi dai qualche soddisfazione anche tu, se non fosse stato per te Emma non avrebbe mai sentito la voce di Killian :’)
  • Il faccino di Emma Swan è bello in tutte le salse

     

E potrei continuare così all’infinito ma non mi sembra il caso.

E qui ci fermiamo anche per questa settimana, già dal promo prevedo guai. Caro Gedeone spero che i tuoi genitori tornino in scena per raddrizzarti un po’, l’unione fa la forza devi ancora impararlo, insieme si  è più forti, chiedere aiuto non ti farà essere meno eroe…anche se ora non lo sei nemmeno un po’.

Spero di avervi fatto compagnia anche stavolta, e se non è stato così almeno vi siete intrattenute con delle belle gif di puntata xD

Se vi va lasciate un commentino, fa sempre piacere 😉
Risultati immagini per gif ariel bye bye

 

Alla prossima!

La vostra Gio

Lascia un commento

Un commento su “Once Upon A Time: Recensione 6×15 ”A Wondrous Place””