Once Upon a Time Recensione 7×18 ”The Guardian”

 

Salve Oncers

Puntata di Once Upon a Time dedicata al tanto atteso Guardiano!

 

Ebbene sì, alla diciottesima puntata della settima stagione di Once Upon a Time abbiamo scoperto finalmente l’identità del tanto atteso Guardiano.
C’è chi l’aveva immaginato, chi non ci aveva capito un tubo con Anastasia.  Ma alla fine ne siamo venuti a capo.
Una puntata che si apre nella maniera più malinconica da un po’ di tempo a questa parte. Sarò io, non so, ma se si torna alla storia di Belle e Rumple a me sale il magone. E ritrovare Rumple davanti alla foto di Belle…troppe emozioni.

 

  

L’uomo buono che vedeva Belle c’è, è ancora lì, anche se la pelle verde torna a far capolino quando perde il controllo. Ma sa che ha una possibilità di riunirsi con sua moglie. E’ da inizio stagione che siamo alla ricerca di questa possibilità di porre fine a tanto tormento per questo uomo che tanto male ha inflitto quanto ne ha ricevuto.
Ma l’ha trovato. Il Guardiano che tanto cercava è finalmente tra le sue mani.

Il Guardiano

Dopo la storiella di Anastasia come probabile Guardiano, con questa puntata ecco svelata l’identità del Guardiano con cui ha avuto a che fare Rumple nella foresta.
La nostra Alice, che ricordiamolo è figlia di Nook e Gothel, superando il test del cuore ha mostrato la sua forza soddisfacendo i requisiti che richiedeva il Signore Oscuro. Che poi,  ma quanto era nero il cuore di Facilier?! Come può Regina fidarsi di tale soggetto?  Nonostante tutto quello che le combina come può?
Quando sono puntate con Tremotino in primo piano si va quasi sempre sul sicuro. E questo è stato un episodio veramente intenso. Ogni espressione di Rumple, pelle verde e non, trasudava di tristezza, paura nel non potersi riunire con la sua amata.  La SCENA :

  

è stato quanto di più intenso si sia visto da un bel po’ di tempo.  Perché ormai sono ben sette stagioni di Once Upon a Time che viviamo questo personaggio e nonostante tutti i suoi difetti si tifa per lui. Ma…

Ma appunto per questo: Perché?

Perché non collaborare con  Regina? Perché fare sempre di testa tua e passare sopra a chi è, alla fin fine, la tua famiglia? Ci credo che anche Regina alla fine perde la pazienza.
La probabile soluzione al problema di Henry  è momentaneamente distrutta. Quella poca magia di cui disponeva Roni è stata distrutta, inutilmente, con il senno di poi, ma lì per lì Weaver era per forze di cose in paranoia. Facilier non ti nasconde il fatto di voler il tuo pugnale e subito dopo questo sparisce. Un po’ di terrore puro era lecito, ma il detto l’unione fa la forza e simili no, ancora non gli si sono inculcati nella testa.
Fortunatamente per lui, meno per la povera Tilly, il pugnale era nello zainetto della giovane la quale però non sembrava avesse la minima idea di come ci fosse finito.
Le voci nella testa della ragazza l’hanno fatta sembrare strana, una tipa particolare, ma Margot è una ragazza che va oltre l’apparenza. E loro hanno tutte le carte in regola per avere il loro lieto fine.

Ma il Guardiano cosa fa davvero?

Non so voi, ma mentre Alice assorbiva con la daga l’oscurità di Tremotino, non sembrava fosse qualcosa di…oscuro. C’era della luce. Quindi non ho capito molto bene in cosa consiste l’essere un Guardiano.
Ma anche se alla fine non dovesse risultare davvero dannoso per il Guardiano, il gesto di Rumple nel bloccare quello che sarebbe potuto avvenire è stato tutt’altro che da Signore Oscuro.
La prima reazione a caldo è stata :Risultati immagini per gif disperazione

Ma perché avevo l’impressione che lui non lo avesse fatto per Alice, bensì perché non voleva separarsi dal suo potere. Ed ero oltremodo arrabbiata con lui. Poi però si è salvato, compiendo un gesto nobile e degno di un eroe. Quindi sono fiduciosa che migliori anche nelle relazioni con gli è più prossimo, tipo, non so, con suo nipote. Che seriamente, uno magari se lo dimentica, ma lui è il nonno di Henry e non ci ha messo molto a usare quella poca magia di cui disponeva Roni per pensare a se stesso.

Ma in compenso abbiamo visto una bella stretta di mano tra lui e il pirata, per essere poi seguita da quel: filare, filare, filare….

E concludiamo

Risultati immagini per gif i am her father

E stiamo arrivando piano piano alla verità, come se lo spiegheranno ora quel test? Lucy aveva ragione fin dall’inizio ma come venirne a patti con la realtà…cioè si parla di un figlio, e se non ti ricordi con chi lo hai fatto…forse c’è da preoccuparsi? Ma almeno noi sappiamo che sono sotto maledizione e che tutto ha un suo perché. Quasi tutto.

E poi ora anche Roger sta iniziando a vederci davvero poco chiaro. La normalità non è di casa. E il ladruncolo di Naveen gli ha messo la pulce nell’orecchio, poi ci ha pensato il referto del medico legale a fargli capire meno di niente. D’altronde come si spiega un cuore pugnalato dall’interno?! Vediamo se farà progressi il nostro detective.

Ebbene

La recensione finisce qui, una puntata molto gradevole, e  intensa, verosimilmente Belle riesce a far emozionare più da defunta che da viva…ma ok. Sono sempre bei risultati!
Alla prossima!


Gio

 

 

 

Vi lascio come sempre la recensione della scorsa puntata se ve la siete persa 😉

Once Upon a Time Recensione 7×17 ”Chosen”

Lascia un commento

Un commento su “Once Upon a Time Recensione 7×18 ”The Guardian””