How to get away with murder

Recensione “How to get away with murder” – 4×11 – He’s a bad father

Recensione How to get away with murder – 4×11 – He’s a bad father

 

Undicesima puntata della quarta stagione di How to get away with murder e con essa undicesima recensione.

How to get away with murder

L’episodio verte tutto intorno all’udienza di Laurel per ottenere la custodia del bambino. Su un fronte abbiamo il famigerato Jorge Castillo desideroso più che mai di fare il nonno modello dall’altro abbiamo Laurel affiancata da Annalise, Isaac Roa e Mrs Castillo. Avete capito bene la madre di Laurel è entrata in scena e senza passare inosservata. Risultato dell’udienza? Laurel non ottiene la custodia di baby Wes a causa della non credibilità di Isaac Roa.

Laurel Castillo

Sembrerebbe, infatti, che il nostro psichiatra di fiducia sia indagato per l’omicidio della figlia Stella, deceduta anni prima per un (ad oggi presunto) suicidio.

 

Contemporaneamente al caso Laurel – baby Wes si svolgono gli eventi riguardanti Nate Lahey Senior. Annalise vuole renderlo il caso di apertura della sua causa collettiva ma il caro vecchino pare preferire le urla e la violenza rispetto ad un processo gratuito in grado di scagionarlo. Nate (figlio) cerca quindi di convincerlo a firmare tornando ad avere un ruolo di rilievo nella serie.

 

Connor, Asher e Oliver restano marginali. Su di loro ci sono solo pochi appunti: i fidanzatini so o in rotta di collisione poiché Oliver è più concentrato su Simon che sul proprio fidanzato. Connor lo esorta da avvocato a non dedicargli troppe attenzioni poiché agli occhi di un giudice queste lo renderebbero solamente colpevole.

Connor Walsh

Asher dal canto suo pare più concentrato sul suo ruolo di avvocato che sulla sua ragazza. Sotto le lenzuola la sua relazione con Michaela è piuttosto fiacca mentre il suo desiderio di fare festa non muore mai.

Masher

Concentriamoci ora sulla protagonista assoluta della puntata: Mrs Castillo di cui ancora non ricordo il nome (scusatemi ^.^’). La mammina francese di Laurel che abbiamo sempre saputo essere bipolare è arrivata in soccorso della figlia proprio durante il processo. Nel frattempo però papà Castillo insinua il dubbio in Laurel di non aver ucciso lui di Wes e di star compiendo un terribile sbaglio nel mettersi contro di lui.

Laurel Castillo

Sappiamo bene che Jorge ha le mani in pasta: collabora con il procuratore Denver, paga dottori e poliziotti per plasmare la verità e falsifica test medici. Scopriamo però che ad incontrare Wes il giorno prima della sua morte ad incontrarlo non è stato Jorge Castillo bensì la sua amata consorte, l’amorevole madre di Laurel.

 

Abbiamo un nuovo nemico? Davvero Jorge è il padre terribile di cui Laurel ha sempre parlato forse il disturbo bipolare della mamma la rende più pericolosa di quanto sembra?

 

Considerazioni generali

 

Personalmente ho poco da dire riguardo i K5 decisamente marginali in questa fase di gioco. Questo non vale per Laurel, determinata ad avere il suo bambino con sé. L’atteggiamento della ragazza è quello che tutti ci aspetteremmo ma a questo punto non riesco davvero a capire se dovremmo considerare una reale malattia mentale in Laurel.

 

Annalise mi piace sempre di più. L’evoluzione del suo personaggio è credibile e ben delineata. L’avvocato Keating è desiderosa di redenzione e di fare del bene restando lontano dalle sue solite malefatte e soprattutto dall’alcool. Unica nota negativa è la sua posizione nelle aule del tribunale: un tempo Annalise vinceva sempre contro tutti e tutto, ad oggi sempre avere perso mordente. Che AK non riesca ad essere decisiva proprio a causa della sua rinnovate rettitudine? L’avvocato Keating non sa vincere senza barare e senza sotterfugi? Speriamo di no e che semplicemente i suoi nemici siano più tosti di quelli precedenti.

Annalise Keating

Nate e Isaac sembrano contendersi le attenzioni e il cuore di Annalise. Come detto in precedenza sono contenta che stiano ridando un ruolo primario a Nate che sembrava davvero essere diventato uno sbirro sullo sfondo (come direbbe suo padre). Isaac Roa lo scopriamo invece presunto assassino della figlia Stella. Si tratta dell’ennesimo incastro dei grandi e cattivi federali o effettivamente il nostro ex eroinomane ha qualcosa da nascondere? Ma soprattutto chi preferite con Annalise? Nate o Isaac?

Isaac Roa

Per sapere come proseguirà la trama appuntamento alla settimana prossima con la nuova puntata di How to get away with murder!

 

Leggete la nostra recensione dell’episodio precedente

 

 

 

Lascia un commento