Grey’s Anatomy: Recensione 13×08

Grey’s Anatomy: Recensione 13×08

Cambiamo aria, cambiamo storyline, cambiamo stile. La 13×08 di Grey’s Anatomy, ci regala un episodio alquanto particolare, da cui è difficile rimanere indifferenti. Una buona dose di lacrime, insieme a una giusta dose di cioccolato, riusciranno a farvi digerire questo episodio.. o forse no. Perché Shonda, quando vuole (o quasi sempre) riesce proprio a fare centro nel nostro fragile cuoricino. Gli episodi ambientati in sala operatoria, mi ricordano il vecchio Grey’s, lo ammetto. Se ci fate caso infatti, ormai vediamo scene sporadiche in sala e ci concentriamo più sui nostri personaggi.

I casi importanti, sono ormai una rarità e, quando se ne presenta uno, non posso che avere gli occhi a cuoricino. Caso vuole infatti, che questa settimana tutte le storyline sono state bloccate. Forse fortuna, forse peccato o forse una benedizione dal cielo. Se devo proprio dirvi la mia però, aspettavo proprio di vedere questo tipo di dinamica. Meredith viene messa alle strette, così come Owen, Steph e Richard. Caso vuole, che Richard dimostra di essere ancora una volta un maestro impeccabile, alla faccia di Miranda che ha quasi dubitato di lui.

Richard riesce a contestare le decisioni di Meredith, nonostante per lui sia quasi una figlia. Riesce a dare una nuova identità al paziente, anche se questo non l’ha realmente. E perché non tirar fuori una vecchia ferita? Una storia strappalacrime che riesce alla fin fine a coinvolgere un po’ tutti? Anche la stessa Meredith, alla fin fine, si ritrova a pensare alla morte di suo marito. Un marito che manca a tutti noi e che Shonda tende a servirci su un piatto d’argento per farci partire in quarta con un fiume di lacrime.

Un vero colpo basso, dal primo minuto al quarantesimo. Un episodio che ci mostra una nuova facciata, che è sempre stato però il cuore di Grey’s Anatomy. Scopriamo i punti deboli, le persone che hanno lasciato andare i nostri personaggi. Meredith ha perso un marito, Owen la sorella e Richard una madre. Profondità e psicologia sono stati affrontati nuovamente, con la classica voce di Meredith fuori campo che ci dice un’infinità di cose giuste. Che, come ogni settimana, ci insegna a prendere la vita così come è. Perché alla fine, questo show, oltre che regalarci lacrime e a volte qualche risata, riesce sempre a insegnarci nuove cose.

Voto 9 – Recensione disponibile anche su Telefilm & Libri

Lascia un commento