Grey’s Anatomy: Recensione 14×16

Grey’s Anatomy: Recensione 14×16

Okay, è successo. Grey’s Anatomy è riuscito a non farmi piacere un episodio. Date fuco ai vulcani, suonate le trombe.. quello che vi pare. Le scelte di storyline e produzione, mi stanno mettendo di fronte ad un bivio: quanto ancora potrebbe intrattenermi questo show? Un telefilm che ho sempre difeso a spada tratta, anche con l’uscita di scena dei personaggi più importanti. Questa volta però, stanno totalmente stravolgendo la coerenza dei vari suddetti interessati. Da chi cominciare?

Jackson, primo esempio lampante. Dopo l’orribile svolta con Maggie, addirittura sua madre riesce a fargli notare la sua follia. Ebbene, Maggie è ormai nel tempo delle mele, mentre Jackson si cimenta in discorsi folli, che un tempo avrebbe fatto solo ad April. April d’altro canto, è a dir poco impazzita. Vediamo a sprazzi le caratteristiche del personaggio che tanto amiamo, a partire dal training con gli specializzandi, per il resto, il suo comportamento fa ben pensare a una morte prematura e strappalacrime. Se ben ci pensate, come dovrebbe uscire di scena April? Non ricordiamoci che è madre e ex moglie di uno dei nostri protagonisti, il quale ha scelto di intraprendere una relazione alquanto discutibile.

Una piccola speranza nella rottura tra Jackson/Maggie l’ho di certo avvertita, tuttavia sembrano ormai voler premere molto su una coppia tra i due. Per il resto, questa puntata non ha portato a nulla, se non un grave orrore nei miei occhi. Il ritorno di Owen/Amelia ad esempio, una coppia che tanto amavo, ma che si continua a dividere per i motivi più assurdi e più blandi. Meredith, che non riesce a mettere in cantiere quello per cui ha tanto ha lavorato, rischiando di aprire una guerra senza precedenti. Infine Arizona, che continua a preoccuparsi dei suoi pazienti, ma la scelta di spalleggiare sua figlia, sarà sicuramente il motivo per cui la nostra pediatra abbandonerà lo show.

In conclusione, spero vivamente che questo show ritrovi il senno e torni a produrre puntate di un certo calibro. Altrimenti mi passerà la voglia di guardarlo. Speravo nell’immortalità di Grey’s Anatomy, ma alla fin fine, anche i migliori show crollano e arriva il momento di prendere una decisione. L’abbandono di Arizona & April sta mettendo a dura prova i fan di questo amato telefilm, riuscirà a reggere il crollo di tali due colossi? E’ vero, sono andati via personaggi più importanti in passato, ma ormai si sta venendo a confronto con la dura realtà: senza i personaggi che abbiamo tanto amato, non rimane più niente da guardare.

Voto 5

Disponibile anche su Telefilm & Libri

Related Post

Lascia un commento