Grey’s Anatomy: Recensione 3×10

Grey’s Anatomy: Recensione 13×10

Grey’s Anatomy è tornato. Gioia della mia vita, mia linfa vitale. E’ tornato però, con una puntata che non mi aspettavo. Infatti, dopo il finale della 13×09, pretendevo un Alex Karev al centro dell’attenzione. Ahimè, mi sono ritrovata a guardare quaranta minuti su Miranda, Arizona e Jo. Non tre dei personaggi che ami di più, questo è certo, tuttavia la puntata ha portato una ventata di novità. Abbiamo dovuto aspettare la fine dell’episodio per scoprire le sorti di Alex, come solo Shonda poteva fare, ma tuttavia sono riuscita a prendere questa 13×10 per quello che è: transizione classica e pura in medicina. Ci troviamo infatti ad affrontare una pazza psicotica, finita in prigione per chissà quale ragione. Direttamente da Finding Carter (lo guardavate anche voi?!), una futura mamma che sarà costretta a lasciare suo figlia alla nonna.

Jo non poteva che essere la più coinvolta nella vicenda, considerando il suo passato, ma anche Miranda ha saputo fare il suo lavoro, come sempre. Miranda è ormai ben lontana dalla Nazista che ricordiamo, infatti incontra quasi una vecchia se stessa in questo nuovo ospedale. Arizona invece, svolge il suo lavoro come sempre, limitandosi a qualche parola di conforto e avvertimento alla futura nonna. Non c’è molto da dire in questi quaranta minuti, considerando le vicende rimangano pressoché uguali per tutta la durata, ma nonostante ciò, il senso dell’episodio si è fatto sentire. Vogliate per le instancabili citazioni di Meredith Grey fuori campo, o per l’empatia con cui Jo reagisce alla notizia di Alex.. ma alla fin fine le puntate di Grey’s Anatomy riescono sempre a lasciarmi qualcosa.

A proposito di Alex, mi sento ovviamente di aprire una parentesi. MAI UNA CAVOLO DI GIOIA. Shonda sembra proprio avercela a morte con questo personaggio, decidendo di fargliene passare di tutti i colori. Insomma, anche la prigione? Era proprio necessario? Io non credo. Alex ha sbagliato ad accettare il patteggiamento, non capisco perché non abbia voluto ascoltare le parole di Meredith, ma probabilmente voleva assumersi le sue colpe. Alex ha sempre affrontato le situazioni più spiacevoli, non tirandosi indietro da quello che lo aspettava. Ora non ci resta che aspettare per sapere cosa accadrà alla sua carriera. Pretendo una puntata su di lui e spero che con questa svolta non lo vedremo meno nelle puntate di Grey’s, perché altrimenti sarebbe una tragedia annunciata.

Che dire ancora? Non va mai come desideriamo. E’ inutile sperare in qualcosa di buono in questo telefilm. Spero di vedere più personaggi settimana prossima e di avere una panoramica più dettagliata dei fatti. Sono contentissima che sia tornato il mio medical preferito, ma magari la prossima volta cerchiamo di aprire con una puntata meno transitoria. Una puntata alla Shonda, che sappia il fatto suo. Speriamo di rifarci il prossimo venerdì!

Voto 7

Recensione disponibile anche sui: Telefilm & Libri

Related Post

Lascia un commento