Guardiani della Galassia Vol. 3: Fermata la produzione

La produzione di “Guardiani della Galassia Vol. 3” è stata messa in pausa ed il tutto è stato dovuto al grande cambiamento in casa Marvel quando la Disney ha licenziato James Gunn come sceneggiatore e regista del terzo volume della saga.

La decisione è arrivata dopo che i controversi tweets del regista sono riemersi e sono diventati immediatamente un punto di discussione importante online. Sebbene ci fosse la sensazione che Gunn potesse essere riportato indietro, la Disney non sta cambiando la loro posizione. Dopo un incontro con il presidente della Disney Alan Horn, Gunn non sarà riassunto come direttore. Questa decisione sposta il futuro di Guardiani della Galassia Vol. 3” nelle mani di qualcuno di nuovo, anche se usano la sceneggiatura che Gunn ha già finito di scrivere. La produzione del film sarebbe dovuta iniziare l’anno prossimo con una data di rilancio dichiarata per maggio 2020 anche se Marvel non l’aveva mai annunciata ufficialmente.

Proprio il mancato annuncio di una data potrebbe essere la “salvezza” della Marvel visto che, secondo indiscrezioni piuttosto attendibili,  la produzione di Guardiani della Galassia Vol. 3”  sarebbe stata fermata. La decisione arriva quando alcuni membri del gruppo stavano già cominciando le fasi di pre-produzione prima delle riprese del 2019 – nonostante il cast del film abbia avuto modo di far sentire la propria voce in merito al licenziamento di Gunn – ma sono stati lasciati e liberi di perseguire altri progetti. Al momento, quindi, non c’è nessuna data su quando Guardiani della Galassia Vol. 3  sarà rimesso in carreggiata.


Con un cambiamento così importante nel franchising, ritardare Guardiani della Galassia Vol. 3”  è probabilmente la mossa più intelligente. Se la Marvel e la Disney avessero incaricato il film all’inizio del prossimo anno come previsto, indipendentemente da chi dirigesse, sarebbe stato un segno evidente che si trattava di una decisione di costruzione di un universo che creava denaro. Tuttavia, se dovessero rallentare il tutto, consentiranno alla polvere di depositarsi di più e di evitare un programma di produzione affrettato per Guardiani della Galassia Vol. 3 .

Questo potrebbe avere importanti ramificazioni nel resto della formazione della quarta fase dell’MCU. Prima che Gunn venisse licenziato, aveva descritto Guardiani della Galassia Vol. 3 come l’anticipazione dei prossimi 10-20 anni proprio dell’universo Marvel.  Se un progetto come The Eternals sarebbe stato impostato su Guardiani della Galassia Vol. 3, anche quel film potrebbe subire un ritardo a seconda di quanto sia vitale il lancio cinematografico.

FONTE: Screenrant

 

Lascia un commento