Il viaggio di Arlo – 2 nuove toccanti clip dal film

Come avrete potuto osservare nelle precedenti clip dal film, Il viaggio di Arlo, narra le avventure del piccolo dinosauro, il quale, durante il suo viaggio, avrà modo di incontrare una serie di personaggi interessanti, fra cui predatori, pterodattili e una famiglia di T-Rex.

Ma cosa sappiamo di questi ultimi personaggi?

I film maker hanno voluto che Butch ed i suoi figli T-Rex avessero l’aspetto di autentici cowboy. “Abbiamo guardato molti film western”, dice il character art director Matt Nolte rispetto al lavoro di Butch. “Abbiamo creato un dinosauro con la mascella pronunciata e gli occhi strabici, dettagli che tecnicamente modificano l’anatomia di un T-Rex”.

Ma scopriamoli nel dettaglio.

Butch è un grande e grosso T-Rex dall’aria minacciosa, anche per via della spaventosa cicatrice che ha sul muso. E’ un esperto cowboy e autentico professionista nel radunare il bestiame, ed incoraggia i figli Ramsey e Nash ad imparare il suo mestiere. La cosa che ama di più, è ascoltare e raccontare storie di vita vissuta, davanti ad un falò, alla fine di una lunga giornata di lavoro.

Ramsey è una T-Rex coraggiosa, intelligente e molto pratica. Adora guidare il bestiame insieme a suo padre Butch ed al fratello più piccolo Nash. Con la sua personalità esuberante ed estroversa ama scherzare, raccontare storie avvincenti ed ha un debole per chi ha bisogno d’aiuto.

Nash, invece, è un giovane T-Rex pieno di entusiasmo, che ama l’avventura e tutto ciò che possa distrarlo dal noioso lavoro con le mandrie, al fianco di suo padre e di sua sorella maggiore. Non è proprio il più sveglio del mondo e ha qualche problema a seguire il bestiame; tuttavia, la sua strampalata simpatia ed il suo atteggiamento positivo lo rendono una piacevole compagnia.

Ma le scene toccanti nei film Disney•Pixar non mancano mai, neanche in questo caso! Infatti, c’è una scena in cui Arlo e Spot parlano dei loro familiari morti, che vi colpirà al cuore e vi farà spuntare i lacrimoni!

Date un’occhiata qui:

“C’è un momento toccante del film in cui, Arlo e Spot cercano di condividere storie sui loro familiari morti”, racconta l’effects supervisor Jon Reisch. “Comunicano fra loro disegnando dei cerchi sulla sabbia per rappresentare la famiglia. E’ un effetto molto sottile quello di spostare la sabbia, ma è difficile da realizzare. E’ uno degli effetti del film che preferisco. Richiede finezza e attenzione al dettaglio, specialmente perché si tratta di un’immagine statica che non si può confondere con altro”.

 

Impazienti di andarlo a vedere? Il 25 novembre è vicino!

 

Lascia un commento