Once Upon A Time: RECENSIONE – 6×11 ‘Tougher Than the Rest’

E dopo un’attesa che sembrava non finire mai, Once Upon A Time è tornato!!!!!

Salve Gente!!!!

Per quanto io temi gli spoiler non ho potuto fare a meno di scoprire più cose possibili, e considerando che in questi mesi c’è stata anche l’intervista di Colin e Jen con divertentissimi aneddoti su Hook in versione del tutto inaspettate non ho potuto fare a meno di crearmi teorie che poi ho più o meno azzeccato! Quindi a secco non ci sono stata proprio del tutto ^w^ Se ripenso a quando ho visto per la prima volta la foto di Hook…l’inorridimento iniziale e le risate che mi porto ancora dietro x’D ma basta pensare al prima, concentriamoci su quello che la puntata che tutti aspettavamo ci ha regalato!

Si parte con la tenerissima piccola Emma, che già sembra esser venuta a patti con la vita che la aspetta. Al freddo, sola e con una visione della vita troppo dura per una bambina della sua età. Probabilmente questa è
stata la sua prima vera fuga, la prima di tante. È una bambina disillusa, che strappa le pagine di un libro di favole, che dovrebbero farla sognare, e invece le brucia per ricavarne un po’ di calore.

Ma compare un ragazzo, apparentemente fuori luogo e con le sue parole la salva. Ma questo, lo sappiamo, è un processo lungo ed è solo il primo passo. Il più importante.

Il ragazzo nota fin da subito che la ragazzina non ha peli sulla lingua, che è una tipetta forte, non le manda certo a dire. Ma ha bisogno di qualcuno per capire che quella non è la vita a cui è destinata. Le fa capire che se ci si crede veramente il destino può essere cambiato. Penso che una spiegazione migliore e ben fatta gli autori non potessero concedercela. E la cosa importante è che Emma sceglie di cambiare la sua vita, di credere nell’anatroccolo che è dentro di sè, di poter un giorno spiccare il volo con le sue ali da cigno verso un futuro migliore. E questo grazie ad un ragazzo comparso all’improvviso che le da l’input per iniziare la trasformazione in cigno di Emma Swan.

Ma torniamo nella foresta Incantata dove l’aria è dinamica e frizzante. Il nostro compianto Robin che qui, nella realtà fittizia del desiderio della Evil Queen è vivo e vegeto, non si fa scrupoli a rubare ad Emma e Regina. Quest’ultima, colta da emozioni sicuramente forti per il ladruncolo ritrovato si è fatta scappare la possibilità di tornare a casa. Ma va bene, appena ho visto quei suoi occhi scuri ero sicura che i miei si sarebbero commossi nell’andare avanti con la puntata. E così è stato.

Non hanno modo di procedere con i convenevoli che arriva Henry in groppa al suo cavallo bianco a dar la caccia alla Regina Cattiva. Ora non voglio sembrarvi cinica o altro, lo so che è il copione e che è stato giusto così ma adiamo, è diventato cavaliere perchè i nonni sono i sovrani del regno mica per merito. Neanche era arrivato sul posto che già aveva ipotizzato una loro fuga attraverso il fiume. Ma dico io, ci sono dei tronchi abbastanza grossi da potercisi nascondere e tu non ti fai nemmeno un giro di ricognizione?! Comunque meglio così ci siamo risparmiati altri problemi u.u

Cooooomunque, un punto non di poco conto e a cui io nemmeno avevo prestato troppa attenzione fino a qualche giorno fa è che Robin non era invecchiato. Non come un pirata di nostra conoscenza, ma di questo ne parliamo dopo che altrimenti mi piego di nuovo in due per le risate. Ed Emma ha un’illuminazione su come poter tornare a casa.

Nel mentre a Storybrooke i toni sono decisamente più cupi. Mary Margaret è diventata la nuova Bella Addormentata, David non ha intenzione di svegliare la sua dolce metà fino a quando non sistemerà tutto, buona fortuna amico. Questo perchè si sente in colpa a causa del suo desiderio, ma non è colpa sua, non penso proprio, le cose dovevano andare così e se non fosse stato per il suo desiderio sicuramente ci sarebbe stato un altro espediente. Il caro David però può contare su Killian che si rende subito disponibile…che voglia mettersi in buona luce agli occhi di David in previsione di qualcosa che proporrà ad Emma? Chissà u.u la speranza è l’ultima a morire.

Comunqe, tornando seri, il fatto è che Gideon non scherza, è seriamente intenzionato a distruggere Emma. All’inizio pensavo solo che fosse cattivo e bla bla bla, invece no. Scopriamo che è stato cresciuto dalla Fata Corvina e che per 28 anni (mmmh coincidenza che anche lui abbia 28 anni come Emma quando scoprì l’esistenza di Henry e tutto il resto? Ci credo poco) ha resistito dal diventare cattivo. Mi son venuti i brividi non lo nego, è stata davvero una scena intensa. Gli occhi di Gideon un po’ lucidi mentre nella mente riaffioravano quello che ha dovuto patire e subire dalla nonna paterna. Il sapere che ciò che l’ha mantenuto in piedi è l’esempio di sua madre. C’è però da dire che la follia l’ha presa dal padre, il voler fare del bene sebbene arrechi danno al prossimo, lo fa in buona fede, come il padre del resto, ma non è questo il modo giusto. Non può esserlo. E il fatto che voglia diventare a sua volta salvatore con i poteri che prenderà da Emma è tutto un programma, di che terra sta parlando il ragazzo? Mi è venuto in mente Agrabah ma dubito.

È affascinate però sapere che oltre a Nerverland ci siano luoghi dove il tempo scorre in maniera diversa. Se fossero luoghi felici sarebbe meglio ma non si può voler tutto dalla vita. Posso solo immaginare ciò che prova Belle, come si può accettare il fatto che il neonato che tenevi ieri, oggi si presenti ventottenne e con sete omicida che lui stesso riconosce. Povera donna, ma sono convinta che con Gold riuscirà a trovare una soluzione. Sarà la volta buona per entrambi di far pace con loro stessi e con l’altro, dobbiamo essere fiduciosi.

Quando Gold gli ha dato quel ceffone mi ha fatto male per lui, ma povero figlio, è vero che ora condividono la stessa infanzia triste e dolorosa e che vuole renderlo libero da quello che Gideon si è imposto essere il suo destino, ciò non toglie che mi ha fatto male vedere che lo colpiva .-. e poi non so, Gold potrebbe provare ad essere un po’ più cauto, prende lo cose troppo di petto, non mi sembrava volesse distogliere suo figlio dal suo scopo quanto incentivarlo. Probabilmente era solo psicologia inversa.

Graditissimo ritorno è stato quello di August. Davvero troppo contenta. Quando lui la vede e l’abbraccia mi sono sciolta, anche se lui all’inizio non sapeva nulla, in quell’abbraccio c’era tutta la gioia di saperla in salvo, e il fatto che lui le creda una volta che lei gli racconta tutto è una ragione in più per amare questo loro rapporto quasi fraterno, dico quasi perchè c’è stato un tempo in cui li volevo vedere come coppia u.u

 

Secondo me Regina sta prendendo lezioni da ninja, prima non c’è poi appare e poi di nuovo sparisce, è una donna dalle mille qualità. Ma soprattutto mi è piaciuta da pazzi la scena dove tutti si catapultano letteralmente fuori dalla locanda appena arriva!  Povera Regina!!! Ma le sue espressioni facciali sono una delle cose più belle di questo show. E poi Robin non è fuggito u.u forse è stata la conversazione più strana della sua vita. Quel ‘sei felice?’ mi ha aperto una voragine dentro, tutte le aspettative di lei in quelle poche parole, ma poi vengono arrestati quindi la chiacchierata è rimandata. A scarcerarli da questa prigione arriva Tremotino con una sorpresa un po’ raccapricciante: un sacco con le ossa di Belle. Che roba, queste piccole sorprese, seppur macabre mi fanno gioire, perchè in questa puntata non ci sono state molte banalità. Comunque il demone per vendicarsi di quella che era stata Belle li mette in un’altra prigione. Ma ben venga perchè è questo il momento che aspettavo.

Qui mi sono accorta di quanto mi mancasse Robin, si è un po’ diverso dall’originale ma è proprio Sean che mi era mancato xD e quando Regina si commuove, puff i miei feels sono andati. Troppe emozioni.

E arriviamo al momento che mi ha fatto morire dal ridere e che penso lo farà ancora per diversi giorni: Hook. E che Hook.

Mentre Pinocchio ed Emma conversano di quella che è la vita di Emma nel suo mondo e del suo ruolo da Salvatrice con un destino funesto, ecco che spunta lui. Fresco fresco (si fa per dire) vuole salvare la bella donzella in pericolo. Donzella di cui nemmeno sa il nome, vi giuro le lacrime agli occhi ancora ci sono. Mi ha fatto un po’ tenerezza la faccia di Emma, ma le risate hanno prevalso.

                        

Comunque lo scalpello magico è andato e il nostro Pinocchio è a pezzi. E poi BOOOOM!!!

Pinocchio le lascia un regalo e cos’è? Cos’è? Un cigno!!! E tutti i tasselli del puzzle vanno al loro posto. Il ragazzo che ha dato inizio alla sua trasformazione non era altri che August, il suo angelo custode *w* e ora è lei a restituirgli il favore, infondendo in lui la fede di potercela fare se ci crede davvero. E lui lo fa, ci crede.

L’albero/teca/armadio magico finalmente è pronto e le nostre eroine possono tornare a casa. Il momento dei saluti si rivela un’opportunità, sia alla lacrimuccia infame di uscire sia per Robin e Regina. La famosa piuma persa da Zelena è tornata in scena e lo fa in grande stile. Emma propone di portarlo con loro se Regina crede che ci sia un po’ del suo Robin in quello che ha difronte , lei è un po’ restia per paura che gli si possa ritorcere contro il destino ma a prendere la decisione finale è lo stesso Robin che ci sta, perché le cose per lui non sembrano essere rosee e perché vuole provare a conoscere Regina. Belli loro.

Le nostre tornano a Storybrooke e per poco non mi prende un colpo quando non ho visto Robin insieme a loro, ma per fortuna era tutto un piano degli autori per farci stare sulle spine, ne sono sicura u.u
Emma è di nuovo su quella strada che ne ha viste di tutti i colori e chi becca proprio in quel momento, quando non c’è un’anima in giro chi è il primo tizio che incontra, o meglio che l’attende sulla soglia?!
Ma il nostro amato Gideon! E inizia uno scontro che sembra all’ultimo sangue ma che in realtà non lo è, ed Emma lo sa. Queste scene riescono a gasarmi in un modo pazzesco. Ma si risolve senza spargimenti di sangue. Per ora.

Per il momento si può star tranquilli, la chiacchierata al pozzo tra Belle e Gold è stata bella e toccante, credo in loro so che riusciranno a riprendersi il loro bambino e vivere almeno per un po’ felici. Il mio ottimismo è dato principalmente dalla bella puntata tanto attesa, se poi scemerà è altro discorso u.u

 

Considerazioni Generali più o meno serie

  • Hook, penso che me lo sognerò e non so se saranno incubi o sogni 
  • Mary Margaret deve essere svegliata, povera donna, forse farà più danni che altro da sveglia ma non può rimanere ignara di tutto. David non combinare altri pasticci…anche se temo per la prossima puntata
  • Gideon dovrebbe essere punito solo per aver distrutto l’orologio simbolo di Storybrooke, NESSUNO può toccare quell’orologio
  • Il fatto che siano riusciti a passare in tre tramite l’albero me la sono giustificata dicendomi che l’albero forse era più grande e quindi più potente, ma potrei sbagliarmi
  • No Killian meglio che non vieni a sapere niente va’, datti all’acqua che è meglio per tutti

  • Emma è troppo bella, e tra lei e Regina non so chi preferisco in fatto di smorfie x’D
                                
  • Belle che chiede aiuto per il figlio a questi due è stata troppo tenera, certo David vorrebbe far fuori Gideon senza troppi preamboli , ma ci prova ad essere il Principe Azzurro
  • Penso di non aver mai apprezzato  la storia del brutto anatroccolo  come ho fatto oggi. Un mondo, mi si è aperto un mondo
  • Questa bambina è troppo bella

 

E nulla, spero di sentire anche i vostri pareri riguardo la puntata perchè sono davvero curiosa di come vi è sembrata, se ha deluso le vostre aspettative o altro. Se non lo aveste capito io ne ho amato ogni singola scena. Ha superato di gran lunga le mie aspettative. E ne sono molto contenta.

Penso che sarà il mio stato d’animo per tutta la settimana x’D

alla prossima!

la vostra Gio

Lascia un commento

3 commenti su “Once Upon A Time: RECENSIONE – 6×11 ‘Tougher Than the Rest’”