Once Upon a Time Recensione 7×22 ”Leaving Storybrooke”

E’ strano dirlo ma:

eccoci Oncers con l’ultima puntata di Once Upon a Time

Risultati immagini per gif i'm devastating

Probabilmente siamo tutti in una valle di lacrime per questo episodio di Once Upon a Time.  Pecche come sempre ce ne sono state eh, ma visto che è l’ultima puntata direi che possiamo accantonarle e parlare solo delle belle emozioni e sensazioni che ci ha fatto provare.

Tremotino e il suo sacrificio

C’è chi pensava che avremmo dovuto dire addio a Regina ma non avrebbe avuto senso. Il sacrificio di Gold invece è stato tutt’altro. Finalmente si è reso conto che non sempre si fa qualcosa per ricevere qualcosa in cambio. La si fa perché si crede che sia la cosa giusta da fare. Finalmente lo ha capito. L’uomo degli accordi ha scelto di compiere un’azione da cui sapeva non sarebbe tornato indietro. E il suo cuore ne è stato il testimone, mostrandolo non più come un organo pieno di oscurità, ma luminoso e in grado di salvare il suo nemico datato che invece si è scoperto essere alla fine un suo amico. Le lacrime.

“Thank you for one last lesson. That darkness can always find the light.
And thank you for one last gift. You saved us.
And I know that you thought that would make your dreams be in vain, but I refuse to believe that.
If anyone deserves peace, it’s you. I will miss you.
But you deserve your happy ending. Now go find it.”

E così

grazie al suo salto nel buio ha potuto rincontrare l’amore della sua vita. Mamma mia, ma cosa è stata questa scena?!  Finalmente ha avuto il suo lieto fine. Ne ha fatte passare di cotte e di crude ma ci siamo affezionati. Anche perché senza di lui non sarebbe stato Once Upon a Time.

la pecca qui è che non abbiano nemmeno lontanamente accennato a Gideon. Questa cosa è stata inverosimile ma ok. Andiamo avanti.

Hook e Alice finalmente liberi di abbracciarsi

Con il sacrificio di Gold Hook ha potuto per una volta per tutte mettere fine alla maledizione che lo teneva lontano da sua figlia.

Figlia che dovrà prepararsi per il suo matrimonio a quanto pare. Il poveraccio ci stava per rimanere secco ma non poteva che essere totalmente felice per la sua bambina.

Outlawqueen

Perché sì, Regina ha ragione, la loro storia è stata troppo breve. Si meritavano di più.

  

Ma questo loro momento ci voleva, giusto per farci versare qualche lacrima in più. E la piuma che Zelena le aveva perduto finalmente è tornata da lei. Questa recensione è più tosta le solito perché la puntata si commenta da sola, momenti pieni di emozioni che le parole non riescono a descrivere appieno.

Il ritorno dei Charming

Ma a chi non erano mancati?! A chi non erano mancati i discorsi motivazionali di Snow sull’amore, sulla speranza?! Per l’ultima volta è stata in grado di spronare tutti a fare del loro meglio non abbandonando mai la speranza. Quindi se tante volte vi sentiste giù sapete dove andare a cercare una buona motivatrice.

      

E poi loro

Si sono visti per due minuti in croce ma me lo aspettavo. Sono felici, hanno avuto la loro bambinae che porta il nome della tanto osannata speranza. C’è lo zampino di Mary Margaret è evidente. Ma comunque evviva l’originalità eh, a parte che la signora Jennifer aveva già spoilerato il nome, ma comunque potevano scegliere altro. La nuova generazione di bambini si chiama tutta Hope ma ok, non potevamo non aspettarci qualche cliché. Però alla fine non ha importanza, ci mancavano e ce li hanno dati, ringraziamo.

Belli proprio. Ce li hanno fatti sudare quaranta minuti ma alla fine ce li hanno concessi per un’ultima volta.

Ed infine

Regina che viene incoronata Good Queen. Lì dove tutto ha avuto inizio ora tutto trova una conclusione. La Regina Cattiva del principio è cambiata lasciando una persona matura che ha imparato dai suoi errori. Ha affrontato le sue perdite ma che ha cercato la redenzione. Non abbandonando mai la speranza (Era inverosimile infatti che i discorsi di Snow non avrebbero avuto la meglio). Così tutti coloro che all’inizio la volevano morta ora la stimano, la amano, sono la sua famiglia. Perché le seconde possibilità esistono, e lei ne è la prova. Un percorso duro da percorrere ma che ne vale la pena.

I thought my story came to an end a long time ago.
Then you people came into my life. people who gave me a second chance.
I can’t wait to see what’s in store for me next. For everyone.
I refuse to believe there won’t be more adventures.
More love.  More family.
And yes, there will be more loss. Because that’s just a part of life.
And in the end, we can get past it all.
With hope

E siamo arrivati alla fine

Chi l’avrebbe detto che tutto è partito tutto con un bimbetto intraprendente che è riuscito a farci credere nella magia. Ad una Biancaneve la cui speranza ha contagiato tutti, facendoci credere che tutto è possibile. Che la famiglia è tutto e che niente è impossibile, nessuna maledizione è tanto potente da resistere all’amore. Ad una bimba sperduta che è diventata la Salvatrice e che ha trovato l’amore in un pirata con un uncino.

Un’avventura di sette anni che ha insegnato tanto, fatto divertire e incantato come le favole sanno fare.

Non parleremo del disastro cronologico. E nemmeno dell’inutilità di alcuni personaggi e di altri che fortunatamente hanno taciuto in questo episodio. Ma dirò giusto una cosa in merito alla fantastica idea di aver riunito in quella piccola e sperduta cittadina del Maine tutti i regni che abbiamo conosciuto e vissuto. Le ultime scene sono state il colpo di grazia, così come vedere quel maggiolino giallo.

Ah, finalmente abbiamo scoperto chi è il padre di Lily. Preferivo non scoprirlo…è stato leggermente squallido che lo abbiano buttato così. Ma mi ha fatto ridere quindi va bene. L’abbiamo voluto sapere noi del resto :’D

Ebbene, siamo  davvero alla fine di questo show, con questa ultima recensione vi saluto  e sperando che gli insegnamenti di Once Upon a Time rimangano impressi dentro di noi e che diano buoni frutti.

Ci mancheranno ma doveva concludersi in qualche modo e per fortuna non è andata poi tanto male. Tutti hanno avuto il loro lieto inizio e vivranno appieno le loro vite.

E

E ricordate sempre di stare attenti a stringere accordi perché  Magic comes always with a price, ma se non temete le conseguenze  vi auguro che ci sia qualcuno disposto a tutto per combattere per voi, che sia disposto a dire I always find you.
Ma ricordate anche che: cattivi non si nasce, si diventa, quindi non siate precipitosi con i vostri giudizi. Se trovate qualcuno che vi fa chiedere Hai scambiato la tua nave per me?”, allora avete trovato la persona giusta. 
Ma se se c’è una cosa che davvero Once Upon a Time non ha smesso mai di inculcare nelle nostre teste è che bisogna avere Speranza. Sempre.
Perché:Credere anche solamente nella possibilità di un lieto fine è un mezzo molto potente.

E’ stato un bel viaggio Oncers, buona vita e un buon lieto inizio 😉

Gio

 

 

 

Vi lascio la recensione del capitolo precedente se ancora non siete disposti a dire addio ad Once Upon a Time :'(

Once Upon a Time Recensione 7×21 ”Homecoming”

Related Post

Lascia un commento