Ralph Spacca Internet: Gli Imagine Dragons cantano la canzone di coda

Gli Imagine Dragons hanno pubblicato il loro nuovo video musicale “Zero” che sarà la canzone di coda per Disney “Ralph Spacca Internet“.

La famosa band pop-rock Imagine Dragons ha scritto e registrato una nuova canzone, “Zero”, per l’imminente nuovo film d’animazione “Ralph Spacca Internet” della Disney. La nuova canzone sarà presente nei titoli di coda del film, così come nella colonna sonora del film. Secondo il cantante principale di Imagine Dragons, Dan Reynolds, i temi emozionali di Ralph Spacca Internet hanno aiutato a ispirare la canzone. “È un film piuttosto tempestivo in molti modi in quanto affronta alcune delle questioni di identità e solitudine uniche di questa generazione di Internet”, dice Reynolds. “La lotta interna di Ralph per l’auto-accettazione è stata davvero in risonanza con noi, e questa canzone parla di questo.”

SCOPRITE LA CANZONE DEI TITOLI DI CODA DI Ralph Spacca Internet“:

“La canzone è una dicotomia in qualche modo, con testi talvolta pesanti su una strumentazione piuttosto ottimista. Il risultato è un tono un po ‘agrodolce, che sembrava appropriato data la complessità di Ralph come personaggio “, ha aggiunto Reynolds. In Ralph Spacca Internet, l’amicizia in continua evoluzione tra Ralph e Vanellope  affronterà alcuni ostacoli, e quella lotta si riflette in “Zero”. Uno dei registi del film, Rich Moore, ha dichiarato: “È una scelta audace per una canzone di coda perché parla di qualcuno che si sente come uno zero, qualcuno che non si è sempre sentito degno, qualcuno che ha permesso a tutto il suo senso di fare affidamento su una singola amicizia. Quando questa amicizia è minacciata, c’è molta insicurezza “.

Il co-regista diRalph Spacca Internet Phil Johnston ha aggiunto: “Possiamo tutti riferirci a questa sensazione. Ma la canzone ci dice che non siamo soli. Hanno centrato il tema del film in un modo che ti fa anche venire voglia di ballare”. Ralph Spacca Internet  arriverà nelle sale a partire dal 1° gennaio.

 

Fonte: Inside The Magic

Related Post

Lascia un commento