How to get away with murder

Recensione “How to get away with murder” – 5×02 – Whose blood is that?

Recensione How to get away with murder – 5×02 – Whose blood is that?

 

Bentornati a tutti con la seconda puntata di How to get away with murder. In questo episodio cominciano ad avviarsi quelli che sono i nuovi equilibri dei nostri protagonisti. Tutti sembrano essere immersi in una sorta di nuovo inizio che ricorda vagamente il principio di tutto quando i K5 erano solo studenti e la nostra Annalise una guerriera in tribunale.

 

Iniziamo proprio da AK.

Annalise torna come una leonessa in aula e come sempre il suo carisma e la sua dedizione per il lavoro la rendono la migliore nel suo campo. Differenze? Se una volta miss Keating aiutava anche i più feroci assassini ora è impegnata nella sua causa collettiva per dimostrare di poter offrire un giusto processo ai cittadini accusati ingiustamente. È proprio questo elemento a farle rifiutare i clienti della Caplan & Gold, uomini ricchi e potenti nei guai con la legge. Nel caso della puntata Annalise salva una donna immigrata mussulmana e lesbica accusata di aver ucciso la moglie da vent’anni di galera. In tribunale AK torna a sfoggiare le sue eccellenti doti e diciamolo senza alcool in corpo e sotterfugi vari, Annalise fa ancora più bella figura.

How to get away with murder

Michaela

Partiamo dalla bella miss Pratt per i suoi successi. È lei ad ottenere il caso ed è lei a dimostrarsi la degna erede di Annalise da un po’di tempo a questa parte. Michaela spalleggia Annalise in tribunale e nonostante AK non ami la sua presenza apprezza il farsi da parte della ragazza nel momento in cui non sapeva più come agire. La Pratt come sempre se le gioca tutte giuste e noi la amiamo così come è. Inoltre rimedia anche la carica di testimone di nozze dei Coliver e la possibilità di vestirsi come più le aggrada. Ah… e anche una lavatrice di capi viola ma direi che è un piccolo prezzo da pagare.

 

Laurel

Sono la sola ad avere la netta sensazione che Laurel sia matta come un cavallo? La nostra bella spagnola è apparentemente una mamma felice. La sua ossessione post morte di Wes è sparita (e meno male). Tuttavia la Castillo è passata da essere un disco rotto a non nominare il padre si duo figlio neanche una volta. Contenta lei! Torniamo però al mio sospetto iniziale. I genitori di Laurel sono, a detta della figlia, un assassino e una pazza. Tutto ciò che abbiamo visto finora lo conferma ma ne siamo poi tanto sicuri? Laurel continua a dire di non voler essere come sua mamma, la madre che però è sparita senza lasciare traccia. Ad oggi la Castillo suggerisce di come la mammina sia nella protezione testimoni ma quei graffi sulle sue braccia continuano ad essere sospetti…

Laurel Castillo

Connor e Oliver

Le ripercussioni di Oliver verso Michaela sono terminate. Connor è sempre super sexy e aiuta Micky nella causa. Come coppia i due sono impegnati a capire se Gabriel è etero o gay. Direi che per ora i Coliver sono innamorati e felici e a noi questo basta.

Connor Walsh

Asher

Dopo essere stato estromesso dalla classe di AK, Asher cerca un tirocinio nell’ufficio del procuratore tramite Bonnie. Dopo il rifiuto iniziale della bionda, Asher si conquista da solo un posto nell’ufficio. Diventerà una talpa per conto di AK proprio quando Bonnie sembra invece schierarsi dalla parte del neo procuratore? Si vedrà.

 

A proposito di Bonnie…

Bonnie si innamora del procuratore. Inizialmente cerca di avvicinarlo per scoprire se lui sia conoscenza di tutti gli scheletri nell’armadio dei K5. Per adesso la risposta sembrerebbe no e io spero sia cosi e in una qualche gioia vera per Bonnie.

 

Frank

Frank continua le sue operazioni di stalker nei confronti di Gabriel. Non potendo clonare il suo telefono a conchiglia riesce con un escamotage a farlo trasferire a piazzargli delle telecamere nella sua nuova casa. Il nostro Frank si dà così al voyerismo e fa bene, visto gli addominali le doti eccellenti di Gabriel. Nel frattempo continua anche a parlare al telefono con qualcuno che sembra esigere le informazioni sul suddetto ragazzo. Per adesso nessun sospetto su chi possa essere.

Gabriel Maddox

Flash forward

Al matrimonio Bonnie recupera il bambino e lo porta al sicuro. Michaela e Laurel raggiungono la bionda in bagno. Mentre Laurel sembra ignara di tutto e recupera il bimbo portandolo alla festa, Michaela si accorge del sangue sulla caviglia di Bonnie e le chiede di chi sia quel sangue. Apparentemente Michaela e Laurel, così come Annalise sembrano scagionate dalla nuova scena del crimine, tuttavia ho ancora delle riserve sulla Castillo che potrebbe tranquillamente aver finto. Teorie?

 

Alla prossima puntata

 

Leggete la nostra recensione dell’episodio precedente

 

Scarlet Witch

Related Post

Lascia un commento