How to get away with murder

Recensione “How to get away with murder” – 5×07 e 5×08 – I got played / I want to love you until the day I die.

How to get away with murder

5×07 e 5×08

got played

I want to love you until the day I die.

 

Bentornati a tutti ragazzi con queste ultime due puntate di How to get away with murder. Sarà incredibilmente difficile per me andare con ordine e commentare per voi l’episodio numero sette dopo aver visto il mid season di stagione ma giuro che per voi ci proverò.

 

La scorsa puntata si apre con la chiusura dell’indagine per omicidio ai danni di Nate Lahey Senior. Il tutto pare essere un grande e grosso insabbiamento abilmente incastrato dalla Governatrice. Annalise e Nate però non vogliono demordere e il detective non fidandosi di nessuno decide di licenziarsi dall’ufficio del procuratore (che ricordiamo essere Ron Miller, il fidanzato di Bonnie Summertop).

Nate Lahey

Nel frattempo, ovviamente, il progetto di una difesa sicura concordato tra AK e la governatrice salta e l’avvocato si ritrova a minacciare Emmett della Caplan & Gold per riottenere il posto di lavoro.

 

La rabbia di Annalise mi sorprende, così come il suo stupore nell’essere stata incastrata dalla Governatrice. Insomma nel giro di una puntata la donna che aveva fatto di tutto per metterle i bastoni tra le ruote le diventa amica, le propone un progetto perfetto, fondi per realizzarlo a volontà e la grazia per Nate Senior. Praticamente il paese dei balocchi. Personalmente ho sempre trovato il personaggio di Annalise scaltro e guardingo e questo suo essersi buttata a braccia aperte verso la Governatrice l’ho trovato poco credibile e a tratti ridicolo.

 

In una puntata prendono accordi da migliori amiche for ever e quella dopo scopriamo “il grande tradimento”. Insomma siamo davvero rimasti sorpresi? Io no di certo.

 

Passiamo ora ai K’non so più quanti sono’5.

 

Laurel è sempre più indignata dopo aver scoperto la vera identità di Gabriel. Gli sta lontano, vorrebbe parlare ad Annalise ma Frank lo impedisce. Niente di più, niente di meno.

 

Michaela mi spezza il cuore. Asher pare davvero essere finito nel dimenticatoio per essere sostituito dagli addominali di Gabriel. Badate non la biasimo, tuttavia i miei Masher mi mancano e quelle poche scene che ci vengono concesse di loro due insieme sono sempre esilaranti e piene d’amore. Beh scopriamo gli apparenti gusti di Gabriel (apparenti perché il ragazzo, come sappiamo, ha un piano) e il bel moretto punta alla nostra Micky. Vero interesse o raggiro per arrivare ad Annalise? Nonostante i risvolti della puntata otto il dubbio rimane poiché, al momento, una cosa non esclude l’altra.

Gabriel Maddox

Connor e Oliver incontrano il pastore Molly e nonostante la reticenza di Connor nel volersi sposare in chiesa, il ragazzo ammette a mani basse di farlo per Oliver e di come sia la cosa migliore della sua vita. Il mio cuore si scioglie.

Coliver

Alla serata gay invece vediamo per la prima volta Connor prendersi delle botte per il suo essere omosessuale. HTAWM è sempre stata una serie apertamente pro LGBT in cui ogni personaggio è libero di esprimere la sua sessualità come meglio crede senza essere giudicato. Una parentesi del genere non c’era mai stata ma forse è stato giusto che ci fosse, seppur marginale e fine a se stessa, per ricordare, per citare Oliver, di come “Il mondo faccia (anche) schifo”.

Coliver

Passiamo ora al mid season di questa quinta stagione di How to get away with murder. Che dire? Partirei dalle cose belle dicendo come finalmente i Coliver si siano sposati. Voglio passar sopra l’ignobile camicia che Oliver indossa all’altare per sottolineare l’amore tra i due che sprizza da tutti i pori. Quando Oliver guarda Connor sembra sempre che veda il volto di dio e nella scena delle promesse più che mai, mentre il nostro duro, spavaldo e ormai ex rubacuori Connor, fa uno dei discorsi più semplici ma belli che ci possano essere.

How to get away with murder

I Coliver sono vivi (entrambi) e sono felici le mie congetture sono state T U T T E frantumate. Oliver non muore e se da un lato questa cosa mi rincuora tantissimo, dall’altra mi rende perplessa su come possa proseguire la loro storyline, sino ad ora perfetta ma arrivata ad una sorta di primo capolinea.

How to get away with murder

Anche Nate non muore, però per un soffio non uccide. Eh si, i due che hanno le mani macchiate di sangue in questa stagione sono Nate e Bonnie. Partiamo dall’inizio: tutti sospettano che ci sia una talpa che faccia da tramite tra Annalise e la Governatrice e che sia a causa di questa talpa che Nate Senior sia morto.

Nate Lahey

Bonnie mette insieme i pezzi e crede che la talpa sia il suo ragazzo Ron Miller. Effettivamente una foto che lo mostra colto sul fatto c’è, tuttavia il ragazzo non ha possibilità di spiegarsi e quando Nate lo trova al matrimonio comincia a pestarlo a mani nude riducendolo a terra esangue. È però Bonnie a finire il lavoro soffocandolo, (stessa morte toccata a Rebecca molte stagioni fa) e dando la possibilità a Nate di fuggire.

Ron Miller

Il morto è quindi Miller e l’assassina Bonnie. Sono felice di ciò? Per niente. Per mia personalissima opinione ho trovato banale tutto quello che è accaduto. Speravo con tutto il cuore che Miller non fosse la solita e ovvia nuova carogna (e secondo me non lo è), speravo amasse realmente Bonnie (cosa per me ovvia), pensavo e speravo che Bonnie trovasse un amore vero e disinteressato che non c’entrasse con tutto il torbido e il sudiciume in cui è implicata di solito la bionda stando al fianco di Annalise e gli altri.

Bonnie Winterbottom

Bonnie però sceglie Annalise, di nuovo, senza dare a Miller la possibilità di spiegarsi. La droga di Bonnie è Annalise e la droga di Annalise è l’alcool. Eh si, ci risiamo. Annalise beve, ancora, per l’ennesima volta. Che noia. Sempre i soliti circoli viziosi che non fanno mai evolvere o involvere i personaggi. Non tutti devono diventare eroi, non tutti meritano la redenzione, tuttavia una scelta di sceneggiatura precisa per certi personaggi comincia ad essere doverosa e necessaria. Altrimenti che noia.

 

Comunque spero davvero che Miller non fosse coinvolto perché sarebbe stata una banalità così come lo è stata la sua morte. Io voto per Miller, il bravo ragazzo realmente innamorato di un’anima sperduta quale è Bonnie.

 

Passiamo adesso al vero colpo di scena di questa stagione di How to get away with murder.

Annalise Keating

Gabriel Maddox. Come avrete potuto notare non ho mai fatto troppe speculazioni o teorie su chi potesse essere o meno Gabriel. Perché? Il fatto che ci venisse fatto credere che fosse figlio di Bonnie me lo faceva escludere a priori e il fatto che fosse un ragazzo di colore (e quindi potenziale figlio di Annalise) ancora meno.

 

Beh, Gabriel Maddox è il figlio di Sam Keating e Vivian Maddox ex (e prima) moglie di Sam. Me lo aspettavo? Per niente. Il fantasma di Sam torna a farsi pericoloso e prepotente nella vita di Annalise e Gabriel viene visto da tutti come una minaccia di proporzioni cosmiche per la donna. Perché?

 

Innanzitutto possiamo supporre che Annalise sia stata la causa (o una delle cause) della fine del matrimonio tra Sam e la madre di Gabriel e di come questa rottura abbia portato all’alcolismo cronico della madre di Gabriel di cui il ragazzo parla in più di un’occasione. Questa premessa è l’inizio di un grande baratro in cui il ragazzo e sua madre possono essere caduti dopo l’abbandono di Sam. Inoltre Sam è stato ucciso e a farlo è stato Wes, coperto e scagionato fino all’ultimo da Annalise.

 

Ho sempre trovato irreale che AK e i K5 scampassero sempre e comunque ai loro sotterfugi e omicidi. Che Gabriel sia la loro resa dei conti? Il cavaliere oscuro arrivato per spedire tutti in un profondo baratro? Vedremo finalmente AK e il suo team alla sbarra del tribunale a fare i conti con i loro peccati passati? Sarebbe una grande svolta per uno show che non potrà sempre andare avanti con la formula “un morto per ogni stagione”.

 

Per scoprilo? Appuntamento a gennaio con me e con la seconda parte della quinsta stagione di How to get away with murder!

Ultimi quesiti

  1. Ma l’utilità di Frank in questa stagione?
  2. Solo io ho odiato il vestito e la capigliatura di Michaela al matrimonio?
  3. Avete notato che i K5 sono riusciti a stare fuori dai casini almeno per questa volta?
  4. Vogliamo dire a qualcuno che l’abuso di verde utilizzato nella puntata era troppo? Capisco venga usato ogni volta che muore qualcuno ma ha rovinato le nozze.
  5. Quanto canta bene Conrad Ricamora aka Oliver?
  6. Perché ai matrimoni c’è sempre qualcuno che canta?
  7. Conrad Ricamora ha 39 anni. Io sono sconvolta.

 

Scarlet Witch

 

Leggete la recensione dell’episodio precedente

Related Post

Lascia un commento