Recensione Once Upon A Time 6×05 ”Street Rats”

Salve popolo di Once, vista la puntata? Avete provato anche voi qui e lì istinti omicidi durante l’episodio? No? Beh io si, e vi dico che ha i capelli rossi il soggetto dei miei loschi pensieri.

Ma procediamo in una specie di ordine, ordine che mano a mano che procediamo con queste puntate non fa che andare per pascoli e praterie.

In questa puntata c’è stata tanta roba, davvero, una puntata più bella dell’altra e ogni volta mi ritrovo agli ultimi minuti chiedendomi perché è già finita T.T ma va bene, tanto lunedì prossimo non è tanto lontano…diciamo.

 

Street Rats è stato l’episodio in cui finalmente abbiamo scoperto,  almeno una parte, la vera storia di Aladdin e Jasmine, diversa da come noi ed Emma la conoscevamo.

Veniamo introdotti nella città di Agrabah dove il visir del sultano, che non è altri che Jafar, sta svolgendo il suo lavoro, ovvero ripulire le strade dai ladri rimpiazzandoli con dei topi…meglio un’invasione di ratti che di ladri,no ?!

E mentre Jafar compie questa trasformazione accompagnato da parole poco carine nei confronti di tali ladruncoli, il più abile , scampato all’arresto molto probabilmente, si diletta nel rubare senza tentennamenti a destra e a manca. Ma eccolo qui che viene colto in flagrante dalla bella principessa Jasmine che gli chiede di aiutarla a risollevare le sorti del regno e c’è da dire che non gli lascia molte alternative

               
Ma quanto è carina lei, una scena adorabile.

Nel frattempo a Storybrooke c’è chi invece di andare a caccia di tartufi va a caccia di uccelli, ma la cosa l’ho trovata abbastanza strana, perchè portarsi dietro Archie?!?! Solo perchè lui è conoscenza delle visioni di Emma? Probabile, ma è stato strano lo stesso >.<

La cosa le sta sfuggendo di mano, ammettiamolo

Poi piccola parentesi ma sono rimasta davvero contenta di aver rivisto Emma Swan con i capelli sciolti, sarà una scemenza ma aspettavo questa puntata solo per rivedere la bionda chioma fluente della salvatrice. Basta con questa coda!

La cosa più macabra di questo episodio  è stato indubbiamente trovare l’oracolo morto, una fine del genere non me la sarei aspettata ma ultimamente va così, e poi sbaglio o la ragazza aveva lo stesso sfogo sul collo della tizia morta della seconda puntata?!?!? Ma forse era solo il sangue che colando ha formato quei ghirigori sul volto…Parlare di Once in questi termini così sanguinolenti non ci sono abituata ma ormai abbiamo capito l’andazzo della stagione.

Quindi ci ritroviamo alla centrale (?) dove veniamo a sapere che Jasmine teneva celata la sua vera identità a causa di Hyde, appena saputa della sua dipartita vuota il sacco rivelando a padre e figlia chi è, da dove viene e chi sta cercando. Aladdin. The Savior. 

 

Intanto c’è chi non sta mai ferma ed è pronta a combinarne sempre una più del diavolo, la Evil Queen che si fa trovare nello studio di Archie e poi si trasforma in lui perchè vuole scoprire i segreti di Emma. Per quanto io la adori qui mi ha fatto esplodere rabbia, 

è stata tremenda ma non tanto quanto Zelena, ma santa donna, non puoi farci questo! Non puoi farti abbindolare dalla Regina cattiva, ma non vedi tutto quello che perdi tornando malvagia?! Evidentemente no! Ma fidati che perdi un sacco! Intanto però ci ha guadagnato un babysitter.

Una volta che la Evil ha svolto le sue cattiverie quotidiane torna a casa dalla sorella e decide bene di concedere ad entrambe un momento di relax, ritrovandosi a spettegolare su Gold mentre si fanno le unghie, carine loro. Abbiamo capito che Zelena è facilmente manovrabile infatti sembra apprezzare i consigli della sorellina, consigli che per altro sarebbero anche buoni in un altro contesto. Non so cosa sperare per lei, credetemi, perchè se ora il suo intento è far crescere la piccola Robin, che è un amore, nella convinzione che la malvagità sia una cosa buona…io getto la spugna (pff non è vero, non lo farò mai, ma è davvero tosta) 

Ma torniamo alle faccende bollenti.

La Evil cerca di carpire informazioni tramite Emma ma a quanto pare senza risultato visto che quest’ultima venendo a sapere che Aladdin, un salvatore, è ancora vivo, crede che sia possibile che la visione non si avveri e che quindi lei non debba morire per forza. Ma vi pare che la Evil Queen si arrenda così facilmente, nah.

Infatti con mio grande disappunto, una volta che Emma si ritrova a casa dei suoi con il resto della combriccola  ecco che spunta Archie dietro di lei che con fare insistente le fa sputare il rospo. La faccia di Emma mentre lo vede spronarla a parlare mi ha fatto male,si è sentita tradita, povera cucciola. Ho odiato la Regina Cattiva come mai prima d’ora.

 Che grandissima non-posso-dire-cosa!!!

Quando Regina capisce che forse potrebbe essere lei sotto il cappuccio mi ha fatto tanta tenerezza, ma il fatto che lei si domostri sempre così forte, che non si abbatta mai la rende un personaggio fantastico. Non si arrende, ha deciso di essere la persona che vuole essere e così cerca di fare tutto il possibile cercando un modo per trovare questo Aladdin che sembra sparito nel nulla.

E qui iniziano anche gli sguardi feriti, preoccupati e delusi della sua famiglia.

Il confronto tra Henry e Jasmine è stato molto toccante, entrambi si sentono in colpa per la sorte dei loro Savior perchè sono stati loro ad indirizzarli su questo cammino che pare li porti a morte certa. Entrambi però sperano che questa infausta maledizione non sia vera. E lo speriamo anche noi.

Poi Snow che dice alla figlia di essere sincera, cioè, davvero?! E dopo mi è caduta la mascella quando le dice che lei e David non si nascondo dei segreti. Rido. Ma a parte gli scherzi questa è stata un’altra bella scenetta. Emma che le chiede di perdonarla perchè non proprio abituata a questi momenti madre-figlia e quindi non avvezza a confidarsi con lei … non so, mi sento circondata da cuori e fiori quando ci regalano queste scenette deliziose. Nel mentre fanno due più due e capiscono che non era Archie ma la Evil, almeno questo lo hanno capito subito, bene.

Regina dopo aver scoperto un incantesimo per trovare il nostro ladruncolo/salvatore si mette alla ricerca insieme a tutti gli altri e si ritrovano in un cimitero. Sempre più macabro. Dopo un depistaggio degno di nota scopriamo che Aladdin non è morto ma era a Storybrooke da tempo, dalla prima maledizione addirittura. Scopriamo anche che lui alla fine ha usato quelle forbici!!! Ma come ha potuto T.T c’è dell’altro sotto, lo so, lo sento. Ma torniamo un attimo indietro a molti anni fa e scopriamo cosa è accaduto dopo l’incontro tra Jasmine e Aladdin…

Tra le dune del deserto rieccoli alla riscossa Jasmine e Aladdin alle prese con una caverna al cui interno troveranno il diamante allo stato grezzo che lei gli ha chiesto di prendere. E dopo essersi scambiati qualche insulto amorevole parlando di come le cose stessero andando male le cose nella Capitale già da tempo eccoli che si ritrovano davanti alla Caverna delle Meraviglie.

Ora ci tengo a farvi notare quanto sia importante leggere e conoscere le storie, se Aladdin non avesse conosciuto la storia di Alì Babà non sarebbe riuscito ad entrare u.u quindi leggere vi potrebbe far aprire le porte di migliaia di caverne delle Meraviglie…e magari diventate pure Savior, toh.

Con un trucchetto ingegnoso Aladdin riesce a prendere questo diamante grezzo ma non hanno il tempo di gioire che la caverna pare voler venire giù, ed è qui che abbiamo una bella sorpresa, poi dipende dai punti di vista eh, Aladdin ha dei poteri ed è proprio lui il diamante allo stato grezzo che cercavano…o meglio che lui cercava perchè a quanto pare Jasmine lo sospettava fin dall’inizio che fosse lui. Lui che sconfiggerà Jafar.

    

Aladdin non sembra molto d’accordo sull’essere il salvatore e in suo ”soccorso” arriva Jafar che con il suo piccolo uccello oracolo gli mostra la fine a cui sarà destinato se continuerà su questa strada, e tira fuori un bel paio di forbici dorate che appartenevano alle parche ( e nella testa riaffiorano le tre voci gracchianti delle parche di Hercules: Il filo non si taglia) che gli serviranno per interrompere questo lavoro non desiderato. Ma a quanto pare non le usa così riesce a salvare la bella principessa e suo padre il sultano.

Aladdin sembra aver accettato il suo ruolo da Savior e la sua lotta a Jafar, ma prima di intraprendere questa nuova battaglia cerca di portare con lui quella babbana di Jasmine che oltre negargli un bacio usa su di lui le parole dette da Al in precedenza , dicendogli che deve restare per aiutare e che comunque non è un addio. Mmm vabè. Intanto Jafar gli ridà quelle belle cesoie che Al gli aveva reso.
    

 

Torniamo ai giorni nostri

A me son venuti i brividi alla scena di Henry ed Emma,  sono stati di una dolcezza e intensità infinita. A dir la verità nel discorso che fa Emma non so se vederci una profezia sulla fine dello show. Quando lei gli dice che di solito i finali fanno schifo e al goderci la trama ho sudato freddo, non era un consiglio rivolto a noi spettatori vero?! Vero?! Il finale di Once non farà schifo, non può!

Henry che si scusa con lei per averle fatto intraprendere questo cammino e lei che a sua volta gli dice che non cambierebbe nemmeno una virgola per tutto quello che ha guadagnato…piango T.T ma quanto sono stati bravi.

 

Alla fine però Aladdin si rivela a Jasmine e non potevamo esserne più contenti anche se le dovrà parlare del fattaccio…comunque immagino ci sia molto di più sotto, come ad esempio capire il perchè, come è arrivato alla decisione di non essere più un Savior.

E arriviamo alla fine, con la scena che aspettavo, perchè foto spoiler ci sono in ogni dove e non vedevo l’ora di vedere cosa effettivamente succedeva…inutile dirvi delle mie teorie folli perchè non si sono avverate, ma devo dire che, boh, e mi piange un po’ il cuore perchè le scene Captain Swan mi piacciono sempre, che questa qui non mi ha fatto venire le solite farfalle nello stomaco. Mi è piaciuta certo, ma lui era così sofferente, anche un po’ deluso e con mille pensieri per la testolina che non era coinvolto in quel bacio, non ci stava con tutti i sentimenti perchè ora è lui a dover mantenere un bel segreto, e cielo, non sapete le idee che mi vengono. Pretendo il prossimo episodio ORA!!!!

 

Considerazioni generali random

 

Killian è quello che ci è rimasto più male di tutti, assolutamente. Povero lui…che batosta con questo episodio. Speriamo che nel prossimo ritorni un po’ il pirata delle origini e a proposito di origini…

E che ci vuoi fare

  • Gli attori di Aladdin e Jasmine sono assolutamente azzeccatissimi

 

  • Alla fine l’oracolo è morto nonostante il mio stato confusionale, ma io continuo a vederci del marcio…e non parlo della sua faccia
  • Le sedute di Emma con Archie penso siano terminate per il momento, ma meglio così, almeno può finalmente confidarsi con la sua famiglia
  • La storia si fa sempre più intrigante e ci tiene sempre più sulle spine ma ci piace questa atmosfera altrimenti non guarderemmo questa serie
  • I costumi di Aladdin e Jasmine sono favolosi!!!
  • Se non Zelena e la Evil Queen non si fossero messe a spettegolare su Gold io non mi sarei accorta che in questo episodio non si è fatto vedere o.o  cosa starà tramando?!

Bene per altri pareri/opinioni/teorie e quant’altro io sono qui per ascoltarvi!!! Spero che anche questa recensione vi sia piaciuta ^-^ e perdonatemi se ogni tanto perdo l’ordine e il filo logico ma non è proprio facile 😀

Alla prossima!!!

Lascia un commento

2 commenti su “Recensione Once Upon A Time 6×05 ”Street Rats””