Shadowhunters

Recensione “Shadowhunters” – 2×01

Shadowhunters – 2×01 “Sangue malefico”

Shadowhunters

 

Ciao a tutti fedelissimi lettori di Disney Always with us. Qui è Scarlet Witch che vi parla per seguire con voi la seconda stagione di Shadowhunters.

Lo so, lo so, di solito sono avvezza a raccontarvi di serie tv più serie e pretenziose come How to get away with murder e Agents of Shield… Ma sono una ragazza e, come tale, anche a me a volte capita di finire nel trash più totale. Perché perdersi gli aitanti corpi dei protagonisti maschili che sono il soggetto principale della narrazione?

Magnus Bane - ShadowhuntersAlec Lightwood - ShadowhuntersJace - Shadowhunters

 

 

 

 

 

 

 

Una premessa importante, però, mi sembra doverosa: NON HO MAI LETTO LA SAGA DI SHADOWHUNTERS.

Sì, ho visto il film.

Sì, so bene che segue di più le vicende del libro e sì, Lily Collins è mille volte meglio di Katherine McNamara, sia per il colore di capelli disumano dell’ultima, sia per la recitazione per cui a confronto Bella Swan merita il premio Oscar, ma la serie è carina così com’è. La sottoscritta si limiterà a commentare solo quello che vedrà senza riferimenti bibliografici di alcun genere.

Shadownhunters

Detto questo, rullo di tamburi… Si comincia!

La prima puntata della seconda stagione di Shadowhunters si apre con una scena in medias res. Il bellissimo e sputasentenze Jace è ancora in balia dell’amorevole padre Valentine (Jonathan Rhys-Meyers ci manchi)! Dopo aver cercato di mettere alla prova più di una volta la sua lealtà (mutando il suo aspetto anche in quello di Clary), decide di distendere i suoi rapporti con il figlio che lo desidera morto, preparandogli spaghetti al sugo e pecorino. Da far invidia a Lilli e il Vagabondo direi…

Matthew Daddario - Shadowhunters

Nel frattempo, all’istituto degli Shadowhunters tutti si disperano per la scomparsa di Jace. L’obiettivo comune è ritrovarlo. Obiettivo che sembra premere di più il povero Alec cucciolo Parabatai. La stessa Clary, infatti, è troppo intenta a chiarirsi con la madre Jocelyn sul loro passato. La figlia la informa quindi che non solo il figlio che credeva di avere perduto è vivo, ma sta bene ed è Jace! (Il fatto che abbiano limonato pesantemente per tutta la prima stagione mentre lei dormiva, glielo omette… Ma direi che è un bene per una mamma appena ridestata da un coma magico).

Clary Jace - Shadowhunters

Nel trambusto dell’istituto eccoli lì, tanto attesi, desiderati, agognati da tutti noi: i Malec. Magnus e Alec però partono in sordina, azzannandosi vicendevolmente, a causa della preoccupazione isterica di Alec per la scomparsa di Jace. Il moro chiede al sommo stregone di Brooklyn di aiutarlo, ma di fronte al suo rifiuto, la litigata è inevitabile.

Malec - ShadowhuntersMalec - ShadowhuntersMalec - Shadowhunters

 

 

 

 

 

 

A mettere la ciliegina sulla torta però è il nuovo direttore dell’istituto, mandato direttamente da Idris dai grandi capi Shadowhunters. Il suo proposito è quello di trovare Jace, poco dopo, annuncia a tutti di essersi scordato di comunicare che lo vuole trovare in quanto ricercato e traditore, vivo o morto.

Shadowhunters

Tutti gli Shadowhunters sono confinati nell’istituto ma questo ad Alec non frega e quindi, l’amore della mia vita (volevo dire il moro) si reca a casa di Magnus solo dopo aver mandato definitivamente al diavolo la sua cara mammina amante delle apparenze e delle regole.

Malec - Shadowhunters

Malec - Shadowhunters

A Brooklyn, Alec chiede scusa a Magnus per il suo comportamento e lo stregone lo perdona in una scena carica di feels e tanto amore.

Tutto questo solo dopo che Harry Shum Jr. ha mostrato a noi tutti, tutto quello che c’era da mostrare. Ecco una gif solo per voi, sapete, la divulgazione culturale è importante…

Magnus Bane - Shadowhunters

Poco dopo anche Matthew Daddario mette in mostra il suo ben di dio per il bene dell’umanità, per il bene del suo parabatai, Jace. Con l’incantesimo dello stregone e la runa che lo collega al biondo, sembra, infatti, in grado di trovarlo.

Alec - Shadowhunters

Nel frattempo, della regola di confinamento nell’istituto, frega molto poco anche a Clary che si reca da Lyuk in cerca di aiuto. L’unica cosa che ottiene è di essere barricata in un magazzino da sua mamma! Con Simon che cerca invano di confessarle il suo amore sempiterno di cui lei sembra non essersi mai accorta . Il problema è che probabilmente non se ne accorgerebbe neanche se il povero Simon indossasse con scritto: Clary ti amo.

Simon - Shadowhunters

Jocelyn, raggiunge, impedendo l’intervento della figlia, la posizione di Jace e Valentine. In una scena parallela, quest’ultimo ha confessato al figlio di aver fatto esperimenti con sangue demoniaco su di lui, quando era ancora nel grembo materno. Sì, lo stiamo pensando tutti: perché Jocelyn non si accorge che gli viene conficcato un ago lungo e largo 10 cm nella pancia? Va bene, il sonno profondo, però…

Scopriamo quindi la ragione delle abilità di Jace, potenziate dal sangue demoniaco che si trova dentro di lui.

Nella scena finale, Jocelyn raggiunge l’ex marito e il compianto figlio, seguita da Clary liberatasi grazie all’aiuto dell’amico vampiro Simon. Qui, la cara mammina scocca una freccia dritta nel petto di Valentine (hip hip urrà) ma il secondo dardo, è destinato a Jace, che lo schiva solo grazie all’intervento di Clary. I due ricercati fuggono e Clary chiede a sua madre, il perché di quel gesto avventato.

La puntata termina così e per come la vedo io, è stato un esordio carino e scorrevole. Certo si tratta di una serie tv che non punta ai valori della vita, ad una suspance hitchcockiana di alto livello o con trame e intrecci degni di Inception… (o de Le regole del delitto perfetto, non avete idea di quanto sia dura stare dietro a quella serie). Tornando al punto, Shadowhunters ci piace così! Con la McNamara con una paresi facciale, la proverbiale simpatia di Jace e il perfettissimo Alec. E i Malec… Già, i Malec valgono la serie.

Con questo io vi saluto e spero di ritrovavi tutte tra le braccia di Alec Lightwood, alla prossima puntata!

 

Scarlet Witch

 

Lascia un commento