Shadowhunters

Recensione “Shadowhunters” – 2×05

Recensione Shadowhunters – 2×05 – Ombre e polvere

Shadowhunters

 

Eccoci di nuovo qui con la nuova puntata di 16 anni incinta: Shadowhunters.

Dove Clary indossa magliette arancioni ed è l’unica cosa cui riesco a pensare mentre la guardo. (Cosa diavolo si è bevuto il costumista per fare una scelta cromatica simile? Probabilmente sangue di ratto…)

Simon Lewis

La quinta puntata della stagione pur essendo un episodio di transizione mi ha colpita positivamente. La trama verte intorno al tentativo di Clary di riportare in vita Jocelyn dopo la sua brutale morta avvenuta per mano di Alec. Nonostante tutti le consiglino di non farlo, la ragazza, affetta dalla sindrome di Harry Potter, decide di ignorare tutti e tutto.

In un primo momento si reca da Magnus che cerca di dissuaderla a portare a termine il suo piano, poiché il ritorno della madre richiederebbe l’utilizzo della magia nera. Lo stregone le dona una fotografia delle due insieme, cedendole uno dei suoi ricordi, in un momento di puro affetto.

Magnus Bane

Clary mette al corrente della sua idea sia Jace che Simon ed entrambi ritengono quella della rossa una pessima idea. La ragazza decide così di fare da sé e cerca negli archivi dell’istituto le informazioni su degli stregoni. Clary trova quello che cerca e si reca da una potente strega dai poteri curativi. Come di consuetudine, la donna richiede in cambio un compenso: sarà disposta ad aiutarla in cambio di un favore. La rossa accetta e porta alla donna una ciocca di capelli di Jocelyn in modo che l’incantesimo possa avere luogo.

Alec, affranto dal senso di colpa, si offre di aiutarla e la accompagna nella casa della strega. E’ stato molto bello vedere il primo vero e proprio momento di unione tra Alec e Clary, peccato che il ragazzo decida di darle una mano proprio quando non doveva.

Alec Clary

Ed ecco che cominciano i guai. La strega, inizia il suo incantesimo non prima di essersi premunita di allontanare Alec dalla stanza in cui si trovano lei e Clary.

Clary Frey

Lo Shadowhunters, avverte qualcosa di strano e comincia ad esplorare la casa in cui abitano ragazze incinta. Nel frattempo Clary avverte che c’è qualcosa di strano (ma dai?) e interrompe il procedimento che avrebbe riportato in vita la madre.

L’accordo è però stato firmato e la strega rivela le sue vere intenzioni. Inizia così la puntata di 16 anni incinta Shadowhunters o Non sapevo di essere incinta o Sixteen in Pregant… scegliete voi il programma trash che più vi aggrada.

Le intenzioni della donna rasentano la follia. Difatti fa ingravidare da un demone le Shadowhunters in modo che nascano piccoli e potenti stregoni. Nonostante la fecondazione sia solitamente impossibile, la strega ha escogitato un elisir che possa favorire le nascite tra le due razze. Il suo piano è di poter rinforzare le fila degli stregoni, una razza in via d’estinzione e minacciata dall’incombente folle mania omicida di Valentine.

Izzy, Jace e Alec accorrono in aiuto alla ragazza che nel frattempo è stata rinchiusa in uno scantinato insieme al suo futuro maritino bavoso demone. La strega nel frattempo si da alla fuga, ma minaccia di tornare per concludere l’accordo con Clary.

Izzy Jace

Ammetto che questa nemica mi è piaciuta non poco. Scherzi a parte il suo piano è inaspettato e per niente banale ma soprattutto mi è sembrata molto più credibile lei di Valentine che continua a temporeggiare e ad entrare in scena come se fosse un boss mafioso russo con una credibilità pari a zero. Adoro i nemici non scontati e machiavellici quindi spero mantenga la sua promessa e che torni a chiedere il suo compenso.

Nello scantinato Clary cerca di combattere invano, finché non ha la visione di una runa che riproduce immediatamente sulla mano e che le consente di sparare un’onda energetica che, Goku fatti da parte, e distruggere così il demone. Jace suggerisce alla ragazza di mantenere il segreto della visione solo tra loro due.

Clary

La puntata termina con il funerale dei fratelli silenti e gli Shadowhunters caduti in battaglia, tra cui Jocelyn, cui Clary e Jace, i suoi figli, dedicano l’estremo saluto. Da qui, il titolo della puntata Ombra e polvere.

Jocelyn Fairchild

E qui, signore e signori, una visione divina. Mossa forse dalla quasi gravidanza che avrebbe potuto farle sfornare uno stregone con artigli e denti affilati, la McNamara sfoggia una parvenza di recitazione adeguata.

Clary

Piange al funerale della compianta madre e non lo fa con le solite facce da chi ha bisogno di un Enterogermina per i problemi intestinali ma lo fa in maniera naturale, con una vena di disperazione giusta e adeguata alla scena. Ammetto che sia lei che la sequenza, sono riusciti a commuovere il mio cuoricino congelato alla Jack Frost.

Jocelyn

ombra e polvere

I momenti random della puntata che meritano la nostra attenzione sono

  • una risicata scena Malec in cui Magnus dà la forza ad Alec di rimettersi in piedi e affrontare sia Clary sia la morte di Jocely
  • Aldeltree da a Izzy una miracolosa pomata che le cura la ferita demoniaca e che probabilmente le procura del piacere fisico (della serie Cinquanta sfumature di grigio mi fai un baffo) che tutte le single dovrebbero avere.

Izzy

  • Simon dichiara alla sua mamma di essere un vampiro. E beh, la reazione della donna è quella che avremmo tutti noi. Chiama un dottore. Del futuro destino del ragazzo, non ci è dato sapere per ora, ma spero tanto che Raphael venga a toglierlo dai guai. (A proposito, Mister Santiago è mancato in questa puntata).
  • Luke è nudo in un prato. Non saprei che altro aggiungere al fatto che Luke è nudo in un prato. Vi dico solo che è così che termina la puntata, con il suo culetto all’aria. Poteva andarci peggio.

Luke

Termina così la quinta puntata di Shadowhunters the mortal pregnant… volevo dire instrument. Per aggiornamenti, appuntamento alla prossima settimana e con me, con il sesto episodio di Shadowhunters.

 

Un saluto ammiccante, con un po’di cremina di Aldertree a tutti voi.

Scarlet Witch

Lascia un commento