Shadowhunters

Recensione Shadowhunters – 2×12 – You are not your own

Recensione Shadowhunters – 2×12 – You are not your own

 

Shadowhunters

 

Niente convenevoli signore e signori iniziamo subito a commentare questa scottante puntata di Shadowhunters the mortal instrument che sin da primi istanti si rivela essere piena di sorprese. Attraverso il vetro possiamo ammirare Valentine disperato che sostiene di essere Magnus Bane, d’altra parte a casa dello stregone, ci viene mostrato Magnus intrattenere un colloquio poco amichevole con il demone degli inferi Azazael. Dalla conversazione emerge di come questo re dei demoni abbia scambiato i corpi dei due per dare libertà a Valentine di recuperare e consegnargli la Coppa mortale. Valentine è contrariato e vuole solo tornare nel suo corpo poiché ritiene essere imprigionato all’interno di un, a detta sua, sudicio stregone. Penso che la maggior parte di noi vorrebbe essere imprigionato a vita ma questi, sono dettagli.

La situazione sembra essere grave. Insomma, Alec si accorgerà dell’inganno e lo vedremo scambiarsi tenere effusioni con Magnus nelle vesti di Valentine? I miei occhi sanguinano solo all’idea ma procediamo.

La scena cambia e ammiriamo Clary e Simon a letto insieme.

CLARY E SIMON A LETTO INSIEME.

CLARY E SIMON A LETTO INSIEME.

Ripetetelo con me per aiutarmi a superare lo shock: CLARY E SIMON A LETTO INSIEME.

Simon - Clary

Ora, chi ha deciso di seguire la serie ha superato da tempo il fatto che sia totalmente diversa dai libri. Chi continua a guardarla ha scelto di sorpassare sui profondi e spesso senza senso cambiamenti che sono stati apportati ai fini della trama. Le scelte sono tutte discutibili ma non questa. Clary nella trilogia letteraria ha solo quattordici anni (qui ne ha di più, lo sappiamo bene) e non ha mai rapporti con Jace come con altri che vadano oltre qualche bacio appassionato. Ora è ovvio che vista l’età della Clary televisiva lei non si limitasse a guardare negli occhi Simon, dopo di che mostrare la prima volta (almeno sullo schermo) della protagonista con uno che non sia Jace è veramente imperdonabile.

In seguito a questo quadretto amoroso per cui avrei voluto strapparmi gli occhi con la stessa tecnica di Pai Mei in Kill Bill, gli Shadowhunters cercano di pianificare una strategia di attacco nei confronti di Azazel. Izzy porta all’Istituto Sebastian, che si presenta a loro come un esperto di demoni superiori (ma va? Che caso fortuito) snocciolando informazioni su come sconfiggerlo come se fosse un libretto illustrativo. Ovviamente viene visto come un elemento da sfruttare da tutti tranne che da Alec che si dimostra sospettoso nei confronti del salvatore appena entrato in scena e dichiarare infine di come lui lavori con Magnus. Che carini i miei cuoricini amorosi, diciamo però che Magnus potrebbe essere indisposto.

Come previsto, Alec telefona allo stregone che si dimostra brusco nei suoi confronti. Lo Shadowhunters si reca quindi a trovarlo e cerca di addolcirlo per fargli dire quale sia il problema. Poco dopo Azazael interviene e cerca di uccidere Alec che si difende però prontamente scagliando una freccia nel petto del demone che sparisce tra le ceneri.

Alec Lightwood

In questa sequenza, impagabili sono gli effetti speciali degni della mia recita scolastica di fine anno della quarta elementare ma soprattutto i tentativi di avvicinamento di Alec verso Magnus/Valentine.

Magnus Bane

Lo shadowhunters razzista per eccellenza che professa la superiorità di una sola razza, non solo si ritrova nel corpo di un mezzo demone ma anche alle prese con una relazione omosessuale. Esilarante… ahahah!

Magnus Bane

All’istituto Clary e Jace sono convocati dall’inquisitrice che richiede la loro collaborazione per eseguire test sui loro poteri derivati dal puro sangue di angelo. Jace si ribella all’invito mentre Clary si offre volontaria per la causa. I due vengono analizzati durante uno scontro tra loro che sembra essere più una danza erotica che darsele a vicenda ma va bene comunque.

Jace - Clary

A Brooklyn continuano le avventure di casa Morgenstern – Bane. Valentine convoca Dorothea nella speranza di creare un portale ma la strega si rivela incapace di farlo in seguito alle torture subite da Valentine. Lo stregone però sembra momentaneamente interessato ad altro. Con un inganno, chiede a Doth di insegnargli le arti magiche e la strega ingannata accetta.

All’Istituto invece Alec si reca furioso da Valentine che continua a dichiarare di essere Magnus. La scena mi ha emozionata nel vedere l’intensità con cui Magnus sostiene a gran voce di essere nel corpo sbagliato e per convincere Alec gli rivela tutte le cose che hanno vissuto nella loro storia d’amore.

Alec Lightwood

E poi Alec i dettagli sono importanti: Magnus/Valentine continua a chiamarti Alec mentre Valentine/Magnus, Alexander. Aspetto da non sottovalutare direi…

Magnus/Valentine si reca da Valentine/Magnus per cercare di liberarlo ma viene scortato fuori dall’Istituto poiché scambiato per lo stregone. Il vero Magnus subisce le torture riservate a Valentine e proprio in questa precisa puntata dello scambio di corpi, l’inquisitrice dichiara l’esecuzione del capo del circolo, cioè del povero Magnus.

Magnus Bane

Il clave respinge la richiesta dell’inquisitrice ma lei decide di farsi giustizia da sola uccidendo Valentine per mano sua. E’ a causa dell’uomo se suo figlio e morto tanti anni prima. Parallelamente Jace si reca a Brooklyn da Magnus ma egli lo attacca senza riserve. Proprio mentre l’inquisitrice sta per dare il colpo di grazia all’impotente Magnus, Valentine svela l’inganno e ricatta l’inquisitrice dicendo che toglierà la vita a suo nipote ovvero Jace. Il biondo scopre di essere un Herondale e di appartenere alla stirpe reale degli Shadowhunters.

Magnus ancora nei panni di Valentine raggiunge lo Shadowhunters ed esegue con lui l’incantesimo per lo scambio dei corpi. Nel frattempo Clary, Alec e Sebastian cercano di entrare nell’appartamento dello stregone, bloccato dalle barriere magiche. L’unica in grado di soggiogare l’incantesimo è Clary con una delle sue rune angeliche; la ragazza non riesce però ad utilizzarle ma Sebastian la provoca parlando del suo dolore e di tutte le perdite che ha subito da quando è entrata a far parte del mondo invisibile.

Sebastian Morgensteirn

La rossa in preda alle emozioni (la McNamara è riuscita perfino a piangere) disegna la runa e libera il passaggio. Entra nella stanza e spinge il vero Valentine nel portale che lo conduce alla sua cella all’Istituto.

La puntata termina con vari momenti di dolcezza.

Izzy e Simon consolidano la loro amicizia, Sebastian chiede a Clary di uscire a cena (tesoro, tu si che sei strano), Alec cerca di consolare Magnus e infine Jace prende consapevolezza a tutti gli effetti di appartenere alla venerata e temuta stirpe degli Herondale.

Jace Herondale

Considerazioni random:

  • sembra proprio che Raphael e Izzy siano in rotta di collisione. Questo brusco scambio di rotta è perché prima o poi la bella mora starà insieme al friendzonato Simon?
  • Sebastian è figo solo per me?
  • Ma quanto è stato bravo Alan Van Sprang (Valentine) nell’imitare le movenze di Magnus? Complimenti all’attore.
  • Sul serio hanno fatto comparire Luke solo per fargli dire una battuta di cinque parole? La mia parte nella già sovra citata recita di quarta elementare, era più sostanziosa.
  • Clary ha scoperto che Jace non è suo fratello e per questo è distrutta. Le sue emozioni vengono represse e bla bla bla… certo, emozioni represse oppure ormoni repressi nei confronti del fratellino che fratellino non lo è più.

Io ora passo e chiudo e lascio a voi considerazioni e commenti sulla puntata di oggi.

In attesa di settimana prossima vi saluto e vi lascio con gli addominali di Jace Wayland o Jace Morgenstern o Jace Herondale, fate vobis.

Dominic Sherwood

 

See you soon

Magnus Bane

Magnus Bane

 

 

Scarlet Witch

Lascia un commento