Ritorno al Bosco dei 100 Acri

Ritorno al Bosco dei 100 Acri: La recensione e nuove clip

Ritorno al Bosco dei 100 Acri” è il nuovo live action Disney che celebra Christopher Robin, Winnie the Pooh e i celebri e amati amici creati da A.A. Milne nel 1966.
 
 
Dal 30 agosto nei cinema italiani, noi siamo andati a vederlo in anteprima e  vi lasciamo la nostra recensione senza spoiler che vi anticipa la bellezza di questo nuovo film.
 
In Ritorno al Bosco dei 100 Acri Christopher Robin (Ewan MacGregor), è ormai un uomo adulto che, sopraffatto dal lavoro e dagli impegni, ha dimenticato la spensieratezza che da piccolo gli aveva fatto conoscere i suoi amici di pezza e vivere con loro storie incredibili. Ha una moglie (Hayley Atwell) e una figlia (Bronte Carmichael), ma il lavoro gli lascia poco tempo da dedicare alla famiglia che si sente continuamente trascurata. Con la figlia Christopher Robin non riesce neanche a comunicare, non riesce neanche a leggerle la favola della buonanotte e da ambedue le parti le cose viene vissuta con sofferenza e tristezza. Ma la vita è pronta a sorprenderci e l’arrivo di Winnie The Pooh, oltre che la scomparsa di tutti gli altri personaggi, cambierà le carte in tavola. 
 
La storia che vedrete al cinema con Ritorno al Bosco dei 100 Acri probabilmente è prevedibile ma, nonostante ciò, lascia lo spettatore emozionato perché, probabilmente, tutti si rispecchiano in quel protagonista che ha perso la sua spensieratezza a causa delle vita quotidiana. Tutti siamo un po’ Christopher Robin nonostante ci siamo ripromessi di non diventarlo mai, a nessun costo, ma la vita va diversamente da come vorremmo e quindi ci obbliga a mettere da parte sogni e avventure per vivere dietro una scrivania per riuscire ad arrivare a fine mese, anche se significa passare meno tempo con la famiglia e non giocare con i propri figli.
 

 

Ritorno al Bosco dei 100 Acri insegna una morale non difficile da comprendere sin da subito: la famiglia ed i rapporti con essa hanno la stessa importanza, se non di più, di quelli lavorativi che sì sono fondamentali alla nostra sopravvivenza ma ci rendono piccoli automi in un mondo che non sa più cosa sia il rapporto umano. Quello che possiamo dirvi è di non aspettarvi, ovviamente, un film unico nel suo genere ma ciò che vedrete, sicuramente, sarà forse più commovente di tante altre pellicole che il cinema di propone e che non ci permettono di tornare bambini anche solamente per un’ora e mezza. Il consiglio è quindi di andare a vedere, sicuramente con i vostri bambini,  Ritorno al Bosco dei 100 Acri” e siamo sicuri che entrambi, forse più i grandi, vi emozionerete. 

 
Prodotto da Brigham Taylor e Kristin Burr, con Renée Wolfe e Jeremy Johns nel ruolo di produttori esecutivi,Ritorno al Bosco dei 100 Acri  è scritto da Alex Ross Perry (Golden Exits) e da Allison Schroeder (Il Diritto di Contare), su un soggetto dello stesso Perry basato sui personaggi creati da A.A. Milne. Scoprite il precedente Trailer e Poster e attendete fino al 30 agosto per vedere Ritorno al Bosco dei 100 Acri   al cinema!

Lascia un commento