Toy Story 4: La nostra recensione

Toy Story 4″: Verso l’infinito e oltre! La nostre recensione priva di spoiler è pronta per voi!

Devono aver pensato questo gli autori di Toy Story 4″ mentre creavano la trama del quarto episodio della nota trilogia di casa Pixar. Perché per eguagliare il successo dei precedenti tre episodi bisognava andare oltre. E devo dire che ci sono riusciti.

Toy Story 4″ narra le vicende di Woody, Buz, Bo Peep, Jessie e tutti gli altri dopo che, nel terzo film, abbiamo visto Andy salutare i suoi giocattoli e regalarli alla piccola Bonnie chiedendole di prendersene cura. La piccolina è stata di parola, ma come in ogni avventura ci sono sempre delle new entry pronte a movimentare la trama. E’ il caso dei due simpaticissimi peluche del luna park che strappano sempre un sorriso con il loro fare furfantesco, Forky che scopre il valore dell’amicizia e Gabby Gabby la bambola disposta a tutto pur di trovare una casa ed una bambina che la voglia.

In un perfetto CGI, Toy Story 4″ da la sensazione di vivere un live action per la sorprendente verosimiglianza della fotografia e della perfezione e dell’accuratezza dei dettagli. Inoltre, come suo solito, casa Pixar torna a metterci lo zampino creando un film con un profondo significato: quello del non abbandono, ma del saper lasciar andare. Bo Peep, poi, si trasforma nel personaggio che tutte le bambine dovrebbero ammirare. Forte, indipendente, senza paura, con una grande forza di volontà e che non si scoraggia mai. Avevamo bisogno di un personaggio femminile così.

Insomma, Toy Story 4″ era partito con l’idea di deluderci perché, andiamo, dopo una trilogia non si può far meglio. Eppure, questa volta non è stato così. Avvincente, entusiasmante, ironico e irriverente al punto giusto, Toy Story vale la pena vederlo, se non altro, anche solo per farsi quattro risate. Voto? Beh 9.

Il nuovo film Disney Pixar vi aspetta al cinema a partire dal 26 giugno, non perdetelo!

Related Post

Lascia un commento